AVVISO

Ci scusiamo con i lettori e gli inserzionisti se nei seguenti giorni il giornale uscirà in forma ridotta, stiamo cercando di ripristinare al più presto il servizio. Vi invitiamo a contattarci per collaborazioni o segnalazioni alla seguente email: pavaglioneagenda@gmail.com

mercoledì 23 dicembre 2020

Dalla Regione Emilia Romagna 47 mila euro per sviluppare le reti d'impresa della Bassa Romagna

L'Unione dei Comuni della Bassa Romagna ha ottenuto un finanziamento regionale di 47mila euro per un progetto dedicato allo sviluppo delle reti di impresa. 



Sono tre le azioni che saranno finanziate anche grazie a queste risorse: lo sviluppo della governance, la promozione online e la prossima Fiera biennale. Il finanziamento regionale copre il 70% del budget complessivo, che è di 65mila euro.


La governance del sistema dell’Unione è inevitabilmente complessa, vista la numerosità degli attori, e richiede quindi una costante attenzione per mantenerla efficace ed efficiente in relazione ai cambiamenti nella realtà e nelle strategie dei diversi soggetti coinvolti.

L’obiettivo è quello di attivare una struttura snella e in grado di pianificare azioni a livello di sistema, capace di coordinarsi con le iniziative commerciali delle reti di imprese locali, le altre iniziative di valorizzazione del territorio (sportive, ludiche, sagre, eccetera) realizzate da interlocutori pubblici e privati, le politiche di promozione territoriale e turistiche dell’Unione dei Comuni e della Regione, le politiche di rigenerazione urbana e territoriale promosse dalle Amministrazioni comunali.


Per quanto riguarda la promozione online delle imprese del territorio e del calendario coordinato degli eventi, si tratta di dare continuità a un progetto articolato, avviato nel 2015 con la messa a sistema dei centri commerciali naturali e la raccolta e catalogazione di tutti i principali eventi in Bassa Romagna, proseguito negli anni successivi fino alla realizzazione, e alla distribuzione di un prodotto editoriale promozionale (Dora) in 300 strutture turistiche della riviera romagnola.


In ultimo, la biennale "Bassa Romagna in fiera" rappresenta la principale vetrina del territorio, con la partecipazione di numerose imprese dal territorio provinciale. Una presenza delle imprese commerciali locali attraverso le loro reti può rappresentare quindi un importante canale promozionale interno ed esterno: verrà pertanto allestito uno spazio espositivo e di incontro in cui poter realizzare incontri tematici rivolti agli operatori sui temi della collaborazione e aggregazione tra imprese e sull’innovazione nel commercio connessa alle nuove sfide imprenditoriali. Sarà ovviamente anche uno spazio per divulgare materiale promozionale sui servizi offerti dal commercio di vicinato al consumatore finale e sulle iniziative delle diverse reti d’impresa e dell’Unione, ricercare collaborazioni e sponsorizzazioni con imprese e associazioni del territorio per iniziative di co-marketing.


Il progetto, frutto della concertazione con le associazioni di categoria e le reti stesse, è stato finanziato grazie al bando 2020 della Legge regionale n. 41 del 1997 per la concessione di contributi per interventi di valorizzazione di aree commerciali realizzati dai centri di assistenza tecnica autorizzati dalla Regione.


"Ancora una volta la Regione Emilia-Romagna dà credito alla qualità di un nostro progetto - ha dichiarato il sindaco Davide Ranalli, referente per lo Sviluppo economico dell'Unione -. Con queste tre azioni di sviluppo vogliamo dare un nuovo impulso alla promozione territoriale ed economica della Bassa Romagna, attraverso un coordinamento sempre più attento e capace di mettere a valore le risorse e le peculiarità di ogni attore coinvolto".


"L'esperienza di questi anni ci ha insegnato che le reti d'impresa riescono a dare il meglio quando lavorano insieme - hanno dichiarato i rappresentanti delle associazioni di categoria Cna, Confartigianato, Confesercenti e Ascom-Confcommercio -. Questo progetto va nella giusta direzione e ci auguriamo che possa contribuire al superamento della crisi che ha colpito numerosi commercianti".

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento