AVVISO

Ci scusiamo con i lettori e gli inserzionisti se nei seguenti giorni il giornale uscirà in forma ridotta, stiamo cercando di ripristinare al più presto il servizio. Vi invitiamo a contattarci per collaborazioni o segnalazioni alla seguente email: pavaglioneagenda@gmail.com

martedì 22 dicembre 2020

La poesia del martedì

 Nadel da babì

di Alfonso Nadiani

La mèsa 'd mezanòt

o la matèna prèst,

l'udor di caplèt in brod, 

che l'arèb fat scorar un mot!

In sla stova la gosa di mandarè,

cla s'impaséva, pianè pianè!

La lètra 'd brilantì sota a e piat,

pina d'prumès pre mi bab,

che l'aveva prumès a sumè,

'd che dè, a d'no bravé!

Quèst l'è quèl ch'amarcurd a d'cà mì,

di Nadèl ca s'era un babì!

dal profilo fb di Alfonso Nadiani

Traduzione di Lucia Baldini: La Messa di mezzanotte, o la mattina presto, il profumo dei cappelletti in brodo che avrebbe fatto parlare un muto! Sulla stufa la buccia dei mandarini che appassivano lentamente! La lettera coi brillantini sotto al piatto, piena di promesse per mio padre, che aveva promesso di non arrabbiarsi quel giorno. E' ciò che ricordo di casa mia, del Natale quando ero piccolo!

 


Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento