AVVISO

Ci scusiamo con i lettori e gli inserzionisti se nei seguenti giorni il giornale uscirà in forma ridotta, stiamo cercando di ripristinare al più presto il servizio. Vi invitiamo a contattarci per collaborazioni o segnalazioni alla seguente email: pavaglioneagenda@gmail.com

martedì 16 febbraio 2021

Secondo Casadei aspirante veterinario?

Un curioso aneddoto di oltre cinquant'anni fa di Guido Neri



Alla fine degli anni sessanta, una coppia di amici di Massa Lombarda, si reca a ballare a Portomaggiore, c'è l'orchestra Casadei e l'attrazione vale il viaggio. A fine serata, i miei amici si attardano e quindi sono testimoni della impossibilità per l'orchestra di rientrare a Forlì: furgone rotto. Fortunatamente alcuni trovano un passaggio con spettatori forlivesi, ma il maestro ed altri sono a piedi. Il mio amico si offre di portarli a Forlì, dopo essere passato da Massa Lombarda a lasciare a casa la sua ragazza. Il maestro ovviamente accetta e la comitiva stipata in auto, parte.


Arrivati a Massa Lombarda alle tre di notte, trovano il padre di Liliana nella stalla intento a far partorire una mucca, con un diavolo per capello. Rimprovera la figlia per l'orario e poi si accorge dell'illustre ospite e si calma.

Tutti sono affascinati dal momento e nessuno parla di andare a Forlì. Il travaglio dura più di un'ora e nessun spettatore si muove. Il babbo di Liliana lavora sudando e imprecando e gli altri guardano con partecipazione.

Il vitellino nasce e così finalmente quando già albeggia il Maestro Secondo Casadei e alcuni suoi musicisti possono farsi accompagnare a casa.

Grazie Lilli di avermi raccontato questa storia molto romagnola.

Guido Neri

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento