AVVISO

Ci scusiamo con i lettori e gli inserzionisti se nei seguenti giorni il giornale uscirà in forma ridotta, stiamo cercando di ripristinare al più presto il servizio. Vi invitiamo a contattarci per collaborazioni o segnalazioni alla seguente email: pavaglioneagenda@gmail.com

giovedì 4 marzo 2021

Novità dall'Australia




 
L'Australia ha sviluppato il primo disinfettante per superfici al mondo in grado di uccidere COVID-19 in 90 secondi



Da oggi, milioni di australiani in assistenza agli anziani, università, scuole, pub e ristoranti avranno accesso a un primo spray per superfici al mondo che uccide COVID-19 entro 90 secondi. Il disinfettante sviluppato in Australia, chiamato ViroCLEAR , è stato sviluppato da BioInnovate e il mese scorso è stato sottoposto ad accelerazione per l'approvazione da parte dell'Amministrazione dei beni terapeutici (TGA). Mentre altri disinfettanti per superfici impiegano fino a dieci minuti per uccidere il coronavirus, con alcuni incapaci di farlo affatto, il presidente di BioInnovate Ross Macdougald ha affermato che la svolta è stata raggiunta dopo una ricerca esaustiva nel NSW settentrionale. La produzione dello spray è iniziata a Melbourne questa settimana. "Pensa a quando vai al supermercato e qualcuno ti passa un carrello che è stato appena ripulito", ha detto.“In realtà, COVID-19 può rimanere su quella superficie per 10 minuti o più e quindi è altamente trasmissibile. "Lo stesso vale per maniglie e sedili sui trasporti pubblici, banchi di università e scuole, mense comuni e su tutte le superfici delle case di cura per anziani, dove sono morti 683 residenti più anziani vulnerabili". Durante la pandemia, le aziende addette alla vendita al pubblico come i supermercati hanno introdotto misure di pulizia extra, incluso l'uso di disinfettanti di grado ospedaliero, pulizia regolare dei banconi e di altre superfici, linee guida per il lavaggio delle mani e guanti protettivi.Ma gli studi hanno suggerito che COVID-19 può sopravvivere per giorni su superfici dove cadono le goccioline respiratorie, aumentando il rischio di trasmissione se una persona ignara lo tocca e poi si sfrega il viso o le mani. Il tempo di permanenza del coronavirus su una superficie dipende da fattori come la temperatura e i tipi di superficie: può vivere sulla plastica fino a 72 ore, sull'acciaio fino a 48 ore, sul cartone fino a 24 ore e sul rame fino a quattro ore. Il signor Macdougald ha detto che la maggior parte degli australiani "semplicemente non capisce che fino ad ora non è stato possibile uccidere COVID-19 su superfici in meno di 10 minuti". "ViroCLEAR è il primo disinfettante COVID-19 al mondo in grado di combinare i tre elementi di velocità, atossicità e adattabilità per essere utilizzato sia sulle superfici che sulla pelle", ha spiegato. "È sicuro, veloce, poco irritante e non secca, il che è particolarmente importante per coloro che si disinfettano le mani molte volte al giorno, come il personale nei luoghi di ospitalità e nelle case di riposo per anziani." Lo sviluppo e il rilascio del disinfettante coincide con il lancio del vaccino contro il coronavirus in Australia , che è iniziato la scorsa settimana con il jab Pfizer e includerà il vaccino AstraZeneca dall'8 marzo. ViroCLEAR sarà inizialmente reso disponibile sia come disinfettante per le mani che come disinfettante per superfici a 5,5 milioni di australiani in scuole, università, strutture per anziani e strutture ricettive. I rifornimenti saranno quindi messi a disposizione della comunità più ampia già alla fine del mese. "Ci aspettiamo di essere in grado di esportare ViroCLEAR negli Stati Uniti, in Asia e in Europa entro la metà dell'anno, per completare l'implementazione diffusa della vaccinazione a livello mondiale", ha detto Macdougald. Il prodotto sarà anche distribuito agli utenti del trasporto pubblico nei prossimi mesi. Il presidente Macdougald ha detto che il disinfettante arriva al momento giusto, poiché al momento vengono segnalati pochi nuovi casi a livello nazionale e i confini del nostro stato e del nostro territorio sono aperti. Ma, ha avvertito, essere all'apice dell'autunno e dei mesi più freddi aumenta il rischio di nuove infezioni e potenziali nuovi ceppi virali. "Nessuno di noi vuole di nuovo la chiusura delle frontiere o la chiusura completa, e l'eliminazione di COVID-19 in 90 secondi sulle superfici aiuterà a completare il lancio della vaccinazione che è appena iniziato", ha detto. Il TGA elenca 176 disinfettanti che sono stati inseriti nel Registro australiano dei beni terapeutici (ARTG) per l'uso contro COVID-19. Qualsiasi affermazione che un prodotto abbia un effetto contro un virus in Australia, evidenzia Giovanni D'Agata presidente dello “Sportello dei Diritti”, deve essere espressamente autorizzata dalla TGA prima di essere utilizzata nella pubblicità.






























 






 











Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento