AVVISO

Ci scusiamo con i lettori e gli inserzionisti se nei seguenti giorni il giornale uscirà in forma ridotta, stiamo cercando di ripristinare al più presto il servizio. Vi invitiamo a contattarci per collaborazioni o segnalazioni alla seguente email: pavaglioneagenda@gmail.com

martedì 2 marzo 2021

Per un pugno di mozziconi

Premio Aica 2020: menzione speciale per la Valle delle Albicocche

Visto sabato a Rai 3 sul tg regionale

Il progetto “Per un pugno di mozziconi…” è il più votato online. Il vincitore della categoria è risultato Erik Ahlström.






IMOLA- BAGNACAVALLO, 26 febbraio 2021. “Per un pugno di mozziconi…”, il progetto della Valle delle Albicocche e di Cambiavento non ha vinto il Premio Aica 2020 nella categoria “Comunicare il littering”, ma ha ricevuto una Menzione speciale in quanto progetto più votato dal voto online, quindi dalla giuria popolare.

Erik Ahlström, Italy for Climate e Legambiente sono i vincitori delle tre categorie del Premio, che è una sorta di Oscar della comunicazione ambientale. La premiazione ha avuto luogo il 25 febbraio in streaming a causa delle misure restrittive vigenti, ed è stata molto seguita sia sulle pagine Facebook che sul canale YouTube di Envi.info, la testata ufficiale di Aica, l’Associazione internazionale per la comunicazione ambientale.






“La nostra è una doppia soddisfazione – racconta Domenico Errani, titolare della Valle delle Albicocche, che ha partecipato all’evento -. Già sembrava tanto essere stati scelti tra i primi tre in un contesto internazionale, poi addirittura la Menzione per il progetto più votato online... è incredibile. Segno che la nostra iniziativa ha incontrato le sensibilità di tante persone. Vogliamo ringraziare l’Aica per l’opportunità che ci ha concesso e tutti coloro che ci hanno votato e che hanno promosso il nostro progetto. E’ chiaro che questo risultato ci spinge a continuare con maggiore vigore sul solco di questa iniziativa. Noi crediamo che un mondo pulito, con meno rifiuti, sia un bene per tutti. E siamo convinti che con l’impegno e la volontà anche ciò che oggi viene gettato lo si possa recuperare per nuovi scopi”.






La serata di premiazione è stata introdotta da Emanuela Rosio, presidente di Aica, e condotta dal giornalista Beppe Rovera, già volto noto della trasmissione di Rai 3 Ambiente Italia, storico presentatore e amico dell’associazione. I vincitori sono stati scelti tramite la votazione popolare sui canali social dell’associazione e le preferenze espresse dalla giuria, composta dal Comitato scientifico di Aica.

Per la prima categoria, il cui tema era “Comunicare il littering”, Erik Ahlström, eco-atleta svedese e fondatore dell’associazione Plogga, è stato premiato per aver inventato il termine “plogging”, ma soprattutto per aver diffuso e supportato la creazione di eventi sportivi sostenibili in tutto il mondo. Si tratta infatti di una disciplina sportiva che coniuga la corsa e la raccolta dei rifiuti per strada – il

cosiddetto littering. Ed è in questa categoria che Domenico Errani e la sua Valle delle Albicocche si sono distinti per il loro attivismo e l’originalità delle loro campagne di comunicazione, tanto da meritare una menzione speciale.

L’iniziativa della “Fondazione per lo sviluppo sostenibile “Italy for Climate” si è invece aggiudicata il premio nella seconda categoria, “Comunicare i Cambiamenti Climatici”, in virtù del forte impegno verso un futuro più green.

Il riconoscimento alla carriera, infine, è stato assegnato a Legambiente, in occasione dei quarant’anni dalla sua fondazione. Alla premiazione è intervenuto il presidente Stefano Ciafani, che ha presentato i tanti risultati raggiunti in quattro decenni di attività in campo ambientale e divulgativo.

A tutti i finalisti verrà inviata una pergamena, mentre ai vincitori sono state simbolicamente donate piante da frutto, che saranno messe a dimora a Montelupo Albese.

L’appuntamento è quindi per l’autunno 2021 con la nuova edizione del Premio Aica, che vuole proseguire a valorizzare l’impegno di chi, attraverso campagne di comunicazione, porta all’attenzione dei cittadini i problemi ambientali, contribuendo alla creazione di una coscienza collettiva e di una cultura ambientale.

Cos’è l’Aica

L’Associazione internazionale per la comunicazione ambientale è una libera associazione nata nel gennaio 2003 ad Alba (CN). Aica è un progetto culturale che intende conoscere, studiare e promuovere le azioni di comunicazione ambientale a livello nazionale e internazionale. Le aree di attività di Aica spaziano dall’informazione all’editoria; dalla promozione all’organizzazione di eventi; dalla ricerca alla formazione.

Per ulteriori informazioni: https://www.envi.info/it/aica/ -

https://www.facebook.com/AicaComunicazioneAmbientale/

Domenico Errani 334.1308514

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento