Il parere della psicologa

Le 10 regole dell’attacco di panico

1) Per prima cosa occorre capire bene il contesto degli attacchi:
Cosa hanno in comune? Quando vengono? Con chi vengono? In quale luogo vengono? (se si riesce a capire che cosa li accomuna e in che situazioni vengono fuori di solito, diventano più comprensibili e gli si danno dei confini)

2) In questo momento cos’è che non riesce a tenere sotto controllo? in quali situazioni si sente impotente, a parte gli attacchi di panico?

3) Riesce a capire chi è la persona che in queste situazioni riesce a confortarla / tranquillizzarla e chi è invece la persona che la agita di più?

4) Non si scappa, deve starci dentro e resistere, tanto dentro di sè lo “sa” che passano

5) Se riconosce una situazione specifica dove le vengono di più, non deve evitarla ma andare per gradi

6) Ci sono altre paure? Altre cose che la agitano? Che sfera riguardano? Se sono più piccole iniziare a lavorare su quelle

7) Se dovesse trovare un vantaggio che le potrebbe dare l’attacco di panico, quale sarebbe? Chi si prende cura di lei quando sta male?

8) E’ preoccupato/a per qualcosa che riguarda i suoi familiari? La scuola? I compagni di lavoro? …altro?

9) Visto che ha l’ansia a 1000 dovrebbe fare il più possibile cose che la rilassano e che abbassano un pò lo stato di agitazione generale: passeggiate, piscina, palestra, lettura, …dipende dai suoi gusti! Quello che le piace… almeno un pò tutti i giorni.

10) Ultimo… Si ricavi gli spazi anche per divertirsi! La sua vita non deve dipendere solo dai suoi sintomi!

Serena Bagli, Psicologa e Psicoterapeuta

Ultime Notizie

Rubriche