La convenzione regionale Avis – Admo

Anno scolastico nuovo, nuovi incontri dell’Avis provinciale di Ravenna con gli studenti

Quanto mai instancabile la squadra dell’Avis – composta di volontari, medici (Avis, Admo e Azienda Usl) e dai ragazzi del Servizio Civile Nazionale (Lorenzo Merciari e Marco Savorelli) – che con il nuovo anno scolastico ha ripreso gli incontri con gli studenti delle classi quarte e quinte degli istituti superiori.
Nel faentino il primo incontro è già stato realizzato, in questi giorni il gruppo Avis è nel lughese e nel ravennate e completerà gli incontri con gli studenti degli istituti Alberghieri di Cervia e Riolo Terme.

Il primo incontro è volto a sensibilizzare le giovani generazioni sull’importanza del dono e della solidarietà ed anche a promuovere stili di vita sani e responsabili. Si tratta di un intervento formativo-informativo anche di ordine sanitario e scientifico.

In un secondo momento, l’Avis tornerà nelle scuole con l’autoemoteca per l’accertamento d’idoneità dei giovani che vorrebbero diventare nuovi donatori. Il giovane che si sottopone alla prova d’idoneità nell’autoemoteca riceverà a casa la lettera e, se idoneo, potrà prenotare la prima donazione.

Una novità degli incontri di quest’anno scolastico riguarda la convenzione in essere a livello regionale fra le associazioni del dono Avis e Admo. In conformità a questa convenzione, i volontari delle due associazioni forniscono agli studenti anche le informazioni per la tipizzazione del midollo osseo.


Ogni associazione è competente per il proprio settore: con l’Avis, quindi, le ragazze e i ragazzi interessati, possono procedere alla prova d’idoneità per la donazione di sangue e/o plasma; con l’Admo possono accordarsi per fare la tipizzazione del midollo osseo.

«Promuovere fra le giovani generazioni l’importanza del dono e degli stili di vita sani, responsabili e solidali è fra i nostri scopi principali e una grande parte del nostro impegno e del nostro tempo è rivolto a incontrare gli studenti per divulgare questi concetti» afferma Adolfo Zaccari, responsabile dei Rapporti con le Scuole per l’Avis provinciale di Ravenna – «Le precedenti esperienze dimostrano che l’esempio, il passaparola e il confronto tra i giovani si confermano il mezzo più efficace d’informazione e promozione».

Sono diverse le attività che l’Associazione volontari italiani sangue organizza per entrare in contatto con quanti più giovani possibili per diffondere la pratica del dono, la solidarietà e per cercare di ampliare la platea dei nuovi donatori che possono garantire continuità e ricambio generazionale.


«Perché di sangue e plasma ce n’è sempre bisogno e il sangue è una medicina che non si crea in laboratorio ma è disponibile solo grazie al generoso gesto di cittadini donatori», come specifica lo stesso Zaccari.

Per informazioni: Avis provinciale Ravenna, Via T. Gulli, 100 – 48122 Ravenna; Tel. 0544/421180 Fax 0544/420154; e-mail: ravenna.provinciale@avis.it – www.avis.it/ravenna
.

Ultime Notizie

Rubriche