Tante novita’ in arrivo per il punto di raccolta sangue e plasma a Lugo

La gestione e’ passata direttamente ad AVIS Provinciale Ravenna


Orari di apertura ampliati e donazione di sangue su prenotazione per una gestione sempre più efficiente ed efficace dell’approvvigionamento in provincia, e non solo.

Sono molte le novità in arrivo per lo storico punto di raccolta sangue situato all’interno dell’Ospedale Civile Umberto I a Lugo. Da lunedì 13 luglio a gestire il centro, presso cui è possibile effettuare donazioni di sangue e plasma, è direttamente l’AVIS Provinciale Ravenna con proprio personale medico e infermieristico, che fino ad oggi si occupava solamente della chiamata alla donazione dei propri soci donatori.

Primo effetto della nuova gestione sarà un ampliamento degli orari di apertura del centro, che a partire da martedì 1 settembre resterà aperto dalle ore 7,30 alle 11 tutti i giorni feriali (dal lunedì al sabato) e le prime tre domeniche di ogni mese.

Insieme ai nuovi orari, verrà introdotta anche la possibilità di effettuare le donazioni di sangue su prenotazione (servizio fino a oggi attivo solo per la raccolta di plasma): una modalità, quella della raccolta programmata, che consente una gestione più efficiente ed efficace, in quanto consente la disponibilità del sangue per quantità e per gruppo, riducendo gli sprechi e l’inutilizzo per “iperdatazione”, qui l’Area Vasta Romagna rappresenta già un esempio virtuoso, con appena lo 0,48% di unità scadute. La completa conversione dell’attività di raccolta in raccolta a chiamata e programmata è d’altra parte uno dei principali obiettivi dell’Associazione per i prossimi anni.

Il punto di raccolta di Lugo, che ad inizio anno ha ampliato i propri spazi ed ottenuto l’accreditamento secondo i requisiti definiti dall’Unione Europea per i servizi sanitari, diverrà un vero e proprio punto di riferimento per i donatori di buona parte della Bassa Romagna grazie anche ad una razionalizzazione che porterà nel mese di agosto alla chiusura dei centri di raccolta di Fusignano (dal 18 agosto) e Bagnacavallo (dal 20 agosto): una scelta che, coerentemente con le linee guida comunitarie, punta a fornire un servizio più mirato ed efficace, concentrando le attività su un punto di raccolta che già oggi è uno dei principali della Provincia di Ravenna, passando da circa 1.500 donatori e 2.500 donazioni effettuate nel 2014 ai 2.300 donatori e 3.700 donazioni potenziali dopo gli accorpamenti previsti.

Nei prossimi mesi diventeranno così 10 i punti di raccolta gestiti direttamente da AVIS Provinciale Ravenna nelle 23 sezioni comunali: un impegno importante per l’Associazione, che alle attività di raccolta affianca iniziative di promozione e sensibilizzazione sul tema della donazione.

Per info su Avis Provinciale Ravenna:
www.avis.it/ravenna – Facebook: Avis Provinciale Ravenna facebook.com/avisravenna

Ultime Notizie

Rubriche