Soppressione della dogana di Lugo e di Faenza

Convocato il tavolo delle associazioni imprenditoriali

Il presidente dell’Unione dei Comuni Luca Piovaccari e il sindaco di Lugo Davide Ranalli, appresa la decisione di chiudere la sede lughese della dogana, hanno provveduto a convocare con urgenza il Tavolo delle associazioni imprenditoriali della Bassa Romagna, che coinvolge tutti i portatori di interesse.


La seduta straordinaria si terrà lunedì 11 luglio alle 9 nella Sala del Consiglio della Rocca di Lugo; alla seduta è stata invitata anche l’Amministrazione comunale di Faenza.

Il presidente Piovaccari e il sindaco Ranalli hanno appreso la determinazione del direttore dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli (prot. N. 14545/RI del 16/06/2016) con cui è stata disposta la soppressione della sezione operativa territoriale Lugo Faenza, a far data dal 31 dicembre 2016.

Sulla vicenda, la giunta dell’Unione ha fin da subito messo in campo tutte le strategie necessarie al coinvolgimento dei portatori di interesse. 


Lo scorso anno aveva già comunicato la propria disponibilità a esplorare l’opzione di farsi carico dei costi per il mantenimento della sede,ripartendoli tra il Comune e Imola Legno, in modo che l’affitto della palazzina non avrebbe più dovuto gravare sullo Stato; inoltre, sempre in compartecipazione con Imola Legno, l’Amministrazione aveva dato disponibilità a valutare la costruzione di nuovi uffici, per ovviare al problema dell’obsolescenza di quelli attuali.

Tuttavia, il numero delle operazioni doganali della sede di Lugo Faenza non è risultato sufficiente a garantire il mantenimento della struttura.

Ultime Notizie

Rubriche