Chi è il mio prossimo?

Ieri Domenica 10 luglio nelle chiese




E’ stata letta la pagina del Vangelo di Luca che “dice tutto”.
“Percosso a sangue, lasciato mezzo morto.
Un sacerdore quando lo vide passò oltre.
Lo vide anche un lievita e passò oltre anche lui.
Un Samaritano ne ebbe invece compassione.

Gli fasciò le ferite, lo caricò sulla sua cavalcatura, lo portò in un albergo e si prese cura di lui.
Pagò due denari all’albergatore dicendo “abbi cura di lui”.
Per stare ai nostri giorni, e ai prossimi, ieri Papa Francesco ci ha detto che il nostro prossimo è l’immigrato.

Ultime Notizie

Rubriche