Conclusa una settimana di eventi a Bagnacavallo

Torna mercoledì 13 la Festa della Madonna del Carmine



Proseguono gli appuntamenti estivi nelle strutture dell’Asp dei Comuni della Bassa Romagna con uno degli eventi più attesi della stagione, la Festa della Madonna del Carmine, in programma alla casa protetta di Bagnacavallo mercoledì 13 luglio.





Nel frattempo, mercoledì 6 luglio, sempre la casa protetta F.lli Bedeschi di Bagnacavallo ha ospitato lo spettacolo I modi di dire, proposto dalle ragazze del campus 2016 di Teen Theatre. Giovedì 7 e venerdì 8 luglio, poi, nel parco della casa protetta Sassoli di Lugo si è tenuta La festa cun i nostar vecc, tradizionale ritrovo estivo di ospiti, familiari e operatori della struttura lughese gestita dall’Asp dei Comuni della Bassa Romagna. 


Alla festa, che è stata l’occasione per presentare quanto realizzato dagli anziani della casa protetta durante le attività di animazione nell’ambito del progetto Verde Età. In rappresentanza dell’amministrazione comunale di Lugo ha partecipato accanto agli ospiti della struttura l’assessore Fabrizio Lolli.

Per quanto riguarda l’appuntamento di mercoledì 13 a Bagnacavallo, la Festa della Madonna del Carmine, antica tradizione cittadina riscoperta da alcuni anni, èorganizzata dall’Asp assieme alle associazioni Avis, Pro Loco, Amici di Neresheim, Arte e Dintorni, La Gardela e centro sociale All’Abbondanza, con il patrocinio del Comune. 


Alle 11 sarà celebrata presso la casa protetta F.lli Bedeschi una messa in onore della Madonna del Carmine, mentre il pomeriggio sarà dedicato ai più piccoli. Dalle 15.30 infatti ci sarà Pompieropoli, esibizione dei Vigili del Fuoco ed esercitazioni con i bambini. Seguiranno giochi e una merenda. Alle 19 sarà presentato un nuovo automezzo per il trasporto dei disabili acquistato con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna. 


Seguirà la quarta edizione della Cena sotto le stelleper gli ospiti e i loro familiari. Dalle 20 il parco della casa protetta sarà aperto a tutti per lo spettacolo conclusivo delle attività di animazione condotte con gli ospiti della casa protetta e dedicato quest’anno al tema dell’orto-giardino. Alle 21 la festa si concluderà con la lotteria. Il ricavato sarà interamente utilizzato per le attività della casa protetta F.lli Bedeschi, che si trova in via Naviglio 30 a Bagnacavallo.

La Festa della Madonna del Carmine cominciò a essere celebrata grazie alla presenza dei Carmelitani a Bagnacavallo già fin dalla metà del XVI secolo, quando giunse una piccola comunità di religiosi che ottenne dal Comune il terreno e il permesso di costruire una chiesa e un convento a un chilometro dalla città, presso via Fornazzo. 



Con il tempo chiesa e convento andarono in rovina: fu allora concesso, nel 1759, dal Comune di Bagnacavallo ai Padri Carmelitani di costruire una nuova chiesa (che ancora oggi si può ammirare) e un nuovo convento nella località detta “la Rocca”, all’interno delle mura. La comunità religiosa fu poi sciolta durante la dominazione francese, ma la chiesa rimase, e con essa la tradizione della festa. Fino alla metà degli anni Settanta del Novecento, la Festa della Madonna del Carmine era la principale festa del paese. 


In città si allestivano divertimenti e attrazioni di vario genere, tra cui la corsa dei cavalli, gare con la palla, e il tiro alla fune; in tempi più recenti la banda cittadina teneva un concerto in piazza della Libertà. La festa si concludeva poi con la tradizionale estrazione della tombola dal balcone del Palazzo comunale e con i fuochi d’artificio.

Ultime Notizie

Rubriche