In ottantasette per una notte speciale all’Ecomuseo

Riceviamo e pubblichiamo

Si è conclusa con una ricca prima colazione la Notte Verde organizzata all’Ecomuseo delle Erbe Palustri di Villanova di Bagnacavallo, con grande soddisfazione ed entusiasmo delle famiglie.



Una notte speciale che ha offerto la possibilità a 87 fra bambini e genitori di dormire in tenda, fra le capanne e lo stagno dei germani reali o nei locali interni del museo appositamente allestiti.

Dopo il montaggio dell’accampamento e una merenda, i bambini hanno partecipato ad alcuni laboratori. Ci sono stati esperimenti tra aria e acqua dei Giovanissimi scienziati a cura del Ceas della Romagna Faentina, con il quale si è consolidato un rapporto di collaborazione nell’ambito del progetto Lamone Bene Comune. 


Si è poi dato libero sfogo alla creatività con tempere, dita e gli originali timbri dell’Arte del fruttivendolo e dell’ortolano e si è proseguito con il riconoscimento di odori e profumi con il gioco Mente che non mentono. Al termine si è svolta la Gara dei maccheroni, un gioco a squadre che prevede ordine, collaborazione e coordinamento.

Giunto il momento del Notturno con brasula, tutti si sono ritrovati nella sala conviviale dell’Ecomuseo per condividere carne e verdure grigliate, torta della Notte Verde e gelato. La serata è proseguita con lo stuoia party e lo spettacolo di burattini, per concludersi, prima di andare a dormire, con divertenti sfide di giochi di carte tradizionali quali Sumarò e Pela galèna.

Il risveglio è stato affidato alle anatre dello stagno e al cinguettio degli uccelli, che hanno preannunciato la prima colazione e l’ora dei saluti, con l’arrivederci alla prossima edizione.

L’iniziativa, organizzata dall’associazione culturale Civiltà delle Erbe Palustri, rientra fra i progetti rivolti alle famiglie nell’ambito delle politiche dei Servizi Educativi dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna e del Comune di Bagnacavallo.

Ultime Notizie

Rubriche