L’integrazione degli immigrati: l’impegno delle Acli lughesi e del CFP Sacro Cuore

Papa Francesco dice che anche in loro, nei musulmani, c’è Gesù, come in tutti nel prossimo, “di più” in chi ha più bisogno

Le attività si svolgono presso la sede del Circolo Acli di Lugo di Via Codazzi, 4. Il progetto di orientamento al lavoro si svolge in partenariato con il Centro di Formazione Professionale (C.F.P.) Sacro Cuore di Lugo. 


Il progetto ha il sostegno del Comune di Lugo a nome dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna.

Gli obiettivi sono:

– Rafforzare la rete locale dei servizi rivolti alle persone immigrate e non, residenti nel territorio.
– Supportare l’inserimento lavorativo attraverso colloqui orientativi, la stesura del curriculum vitae e l’informativa circa il contratto collettivo nazionale del lavoro domestico (la sede di Lugo ha aderito alle Acli Colf nazionali).
– Informare sui servizi del territorio rivolti alla migliore integrazione nella nostra comunità.

Lo sportello per l’orientamento al lavoro è aperto il mercoledì mattina dalle 9 alle 13. Tutti i servizi vengono prestati gratuitamente.

L’utenza, (con età compresa tra i 18 e i 60 anni) è in continuo aumento: la scorsa sessione ha visto rivolgersi allo sportello circa 250 persone, per la maggior parte donne e di nazionalità straniera. 


I contatti sono stati più di 400, poiché molte persone si presentano più volte 

E’da sottolineare che da alcuni anni si sta verificando una nuova tendenza: è aumentata l’utenza italiana anche con scolarità elevata, che ha perso il lavoro ed è in cerca di nuova occupazione.

Le richieste più diffuse sono relative alla ricerca attiva del lavoro (soprattutto donne che desiderano svolgere l’attività di assistenti familiari, a cui vengono forniti anche chiarimenti sui loro diritti e doveri) e alla compilazione di documenti, quali rinnovo permesso, rilascio carta di soggiorno, richiesta di cittadinanza e ricongiungimento familiare.

Le richieste di aiuto sono di vario genere, tutte però connotate dalla medesima esigenza: essere accolti e ascoltati


Infatti molte persone che si rivolgono al nostro sportello vivono momenti di solitudine e di disorientamento (assistenti familiari straniere impegnate 24 ore su 24 con problemi a livello psicologico, persone che hanno perso il lavoro, etc ).

Lavorare in rete con gli altri Enti e associazioni presenti sul territorio è fondamentale; in particolare le Acli di Lugo e il CFP Sacro Cuore di Lugo lavorano in stretto contatto con la Fondazione O.P. Scalaberni, con il Tavolo Montanari, con il Tavolo delle povertà istituito presso l’Unione dei Comuni della Bassa Romagna e il Centro di Ascolto della Caritas Diocesana.


Grazie a questa iniziativa di partenariato ACLI/ Sacro Cuore lo sportello sta potenziando la sua visibilità sul territorio circostante; infatti il servizio offerto si sviluppa a 360°. 

Le persone che chiedono informazioni sul lavoro, in particolare sulle problematiche relative alle collaboratrici domestiche, possono usufruire dell’assistenza del Patronato Acli nella stipula dei contratti e negli adempimenti burocratici che ne conseguono. 

Inoltre il CFP Sacro Cuore organizza corsi di formazione per preparare in modo professionale le assistenti familiari che devono svolgere in modo adeguato la propria attività.

Lo svolgimento di questo servizio costituisce per il CFP Sacro Cuore e per le Acli occasione di testimonianza delle proprie finalità mediante l’espressione della fraternità e della solidarietà nei confronti delle fasce deboli della popolazione.

La presidente delle ACLI Antonellini



Suor Veronica Bucchi



Elisabetta Guizzardi
Operatrice del CFP S. Cuore

Ultime Notizie

Rubriche