Bagnacavallo Festival

Giovedì 4 agosto in piazza pop e rock con il coro GenGenGè



Dopo un’anteprima nei luoghi del Passatore grazie alla biciclettata promossa dal Consiglio di Zona di Bagnacavallo, la quinta edizione del Bagnacavallo festival avrà ufficialmente inizio giovedì 4 agosto, alle 21.30, in piazza della Libertà con il Coro GenGenGè che proporrà Choir around the Rock.



Lo spettacolo è ideato, diretto e messo in scena da Serena Bandoli e Vanessa Vaccari, con la partecipazione di The Jameson Band (Alessandro Passanisi, chitarra; Mario Accardo, tastiere; Giacomo Sangiorgi, basso; Eleonora Casadio, batteria; Marco Zoli, sax) e di Stefano Pelloni, narratore.


Il Coro GenGenGè è composto da una quarantina di elementi di eterogenea estrazione, sia per formazione sia per generazione. Il progetto per l’estate 2016 è un viaggio che attraversa diversi stili attingendo ai repertori dei gruppi vocali intesi come band pop-rock-folk che hanno fatto della vocalità e armonizzazione la propria caratteristica soprattutto negli anni Settanta e Ottanta e nei primi anni Novanta: Beatles, Beach Boys, Crosby, Stills Nash & Young, Queen, Simon & Garfunkel, America, Supertramp.


L’ingresso è a offerta libera.


Il Bagnacavallo festival proseguirà con un nuovo appuntamento realizzato in collaborazione con il Consiglio di Zona di Bagnacavallo lunedì 8 agosto: Angoli di poesia, un percorso poetico itinerante con ritrovo presso la Torre civica alle 20.30 e soste in vari punti del centro. La partecipazione è gratuita, ma è consigliata l’adesione entro sabato 6 agosto all’Ufficio Relazioni col Pubblico, in piazza della Libertà 12 (0545 280888, urp@comune.bagnacavallo.ra.it).


La rassegna è ideata e organizzata dall’associazione culturale Controsenso con la direzione artistica di Antonellini, in collaborazione con il Comune di Bagnacavallo, e gode del patrocinio di Regione Emilia-Romagna, Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna e Pro Loco Bagnacavallo.


Collaborano attivamente al progetto anche Aido, Avis, associazione musicale Doremi, Auser, Circolo Arci Casablanca, Collegium Musicum Classense, Consorzio il Bagnacavallo, Teatro del Drago e Consiglio di Zona di Bagnacavallo.


Anche per questa edizione l’artista Fabiano Sportelli ha realizzato un fischietto in argilla tipico della trazione romagnola, un po’ strumento musicale, un po’ gioco, un po’ simbolo ancestrale beneaugurante. Il fischietto sarà venduto durante tutti gli appuntamenti del festival a 10 euro e il ricavato sarà devoluto all’organizzazione della rassegna.


Per informazioni e programma completo:
kontrosenso@virgilio.it
0545 63002
www.bagnacavallofestival.wordpress.com

Ultime Notizie

Rubriche