Agosto di lavori pubblici a Sant'Agata

Interventi nella scuola elementare, al palazzetto dello sport e nella scuola media 




Continuano senza sosta a Sant’Agata sul Santerno gli interventi di riqualificazione energetica del patrimonio pubblico grazie ai 400mila euro assegnati lo scorso agosto dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti nell’ambito del bando “Nuovi progetti di interventi”.




Con la prima tranche, pari a 117.986,04 euro, sono stati appaltati i primi lavori che proseguiranno per tutto il periodo estivo.

Nei giorni scorsi è stata completata l’installazione del nuovo impianto di illuminazione a led e divalvole termostatiche nella scuola elementare. Si sta ora procedendo al montaggio dei fari a led anche nel palazzetto dello sport, poi toccherà al municipio e alla biblioteca.

Nei primi giorni di settembre partiranno invece i lavori di realizzazione del cappotto nel palazzetto e saranno sostituiti gli infissi in municipio e in biblioteca.

Interventi in programma anche nella nuova scuola media dove è previsto un ampliamento dei pannelli fotovoltaici sul tetto, che passeranno dai 30 kwh attuali a 47.50. Per quanto riguarda il restyling dell’ultimo piano della scuola, terminata la fase edile, si stanno ora per terminare i lavori sugli impianti elettrici. L’ultimo step vedrà la collocazione di nuovi arredi dentro le aule.

I lavori sono stati appaltati per un importo pari a 225.715,83 euro (più Iva), assegnato con un ribasso di 86.094 euro (più Iva). I lavori sono stati affidati il 12 maggio all’associazione temporanea d’impresa che riunisce la Stile edile Srl di Gianvito Turi e la Domotica Impianti di Francesco Avveduti.

La seconda trance del bando potrà essere erogata dopo che il Comune avrà speso almeno l’80% della prima trance: ciò sarà quindi possibile entro la fine del 2016.

Il bando “Nuovi progetti di interventi” nasce in attuazione dell’articolo 3 del Decreto Sblocca Italia; attraverso una convenzione con l’Associazione nazionale dei comuni italiani (Anci), è stata assegnata priorità agli interventi di qualificazione e manutenzione del territorio, di recupero e messa in sicurezza di edifici pubblici con particolare attenzione a quelli scolastici e alle strutture socio-assistenziali, di riqualificazione di aree dismesse, di riduzione del dissesto idrogeologico. Erano finanziabili i progetti dei comuni o di associazioni di comuni sotto i 5000 abitanti per investimenti da 100 a 400mila euro. In Emilia Romagna solo 15 comuni su 138 hanno ottenuto i contributi tra cui anche quello di Sant’Agata sul Santerno, che ha raggiunto l’ottava posizione nel click-day del 13 maggio 2015.

Con questi interventi l’Amministrazione comunale intende ridurre in maniera consistente il consumo energetico attuale e di conseguenza i costi relativi ai consumi dell’energia elettrica e del gas metano in alcuni edifici comunali pubblici.

Ultime Notizie

Rubriche