Spesa e consumi

Ravenna è la terza provincia italiana dove si spende di più



Il dato emerge da un’analisi de Il Sole 24 Ore. E se la media si fa tenendo conto delle offerte, Ravenna balza al primo posto

A Ravenna fare la spesa costa caro. Lo dice Il Sole 24 Ore con una elaborazione sui dati di 60 città capoluogo di provincia estratti dall’Osservatorio Prezzi del ministero dello Sviluppo economico: su un paniere di 20 prodotti alimentari di prima necessità – come pane, olio, zucchero e caffè – la nostra provincia è infatti al terzo posto nella particolare classifica che analizza la spesa annua in base al prezzo medio, con un carrello da 4309 euro. La media nazionale è di 3779 euro. Dal 2011 a Ravenna si è verificato un aumento del 16,17%.

Ai primi due posti del podio altri due capoluoghi emiliano romagnoli: Rimini, con 4.475 euro di spesa annua e Ferrara (4.461 euro).

Se poi si analizza la spesa annua in base al prezzo minimo, Ravenna balza al primo posto con 3261 euro all’anno contro una media italiana di 2649 euro.

I capoluoghi più convenienti? Nell’ordine Napoli con 3.152 euro, Catanzaro con 3.123 euro e Benevento con 3.112.

Ultime Notizie

Rubriche