Un treno con 415 tonnellate di traversine ferroviarie dall’Ilva Taranto in arrivo al Lugo Terminal

Riceviamo e pubblichiamo



Verranno poi avviate a smaltimento in un centro autorizzato. Sono in totale 25mila le tonnellate di traversine ritenute inquinanti e stoccate nello stabilimento siderurgico dove sono in corso interventi di bonifica ambientale

Tonnellate di traversine ferroviarie provenienti dall’Ilva di Taranto sono in arrivo nel nostro territorio, precisamente al terminal di Lugo, da dove saranno successivamente avviate a regolare smaltimento in un centro autorizzato. 


Nell’ambito degli interventi di bonifica ambientale dell’impianto siderurgico pugliese – come informa un lancio dettagliato dell’agenzia Agi – sono complessivamente 25mila le tonnellate di traversine da portar via, sinora stoccate in un’area interna allo stabilimento sottoposta a sequestro. Nei giorni successivi a Ferragosto è stato dunque allestito un treno con un carico di circa 415 tonnellate di traversine, con destinazione appunto Lugo.

Nelle scorse settimane la Guardia di Finanza ha dato il via libera all’operazione di bonifica e sono stati rimossi i sigilli all’area di stoccaggio. Successivamente sono previste nuove partenze, di cui la seconda a inizio settembre.

Tali interventi ambientali di risanamento che l’Ilva sta portando avanti sono indispensabili alla bonifica del siderurgico di Taranto a prescindere da quale piano ambientale, tra i due presentati, sarà alla fine approvato dagli esperti incaricati dal ministro dell’Ambiente al termine dell’istruttoria in corso.


Si tratta di interventi che riguardano la rimozione e lo smaltimento di rifiuti accumulati nel tempo. Nell’Ilva, infatti, non c’è solo da ridurre l’impatto di polveri, fumi e inquinanti vari – aspetti su cui la gestione commissariale sta lavorando da anni con dei primi risultati – ma anche portar via tonnellate di amianto, pneumatici e traversine ferroviarie.


Quelle che costituivano la rete ferroviaria interna prima di essere dismesse perché logorate, ma soprattutto ritenute inquinanti a causa dei materiali di cui erano fatte. E con il treno diretto al Lugo Terminal, con la partenza da Taranto di un primo stock di traversine, ha dunque preso il via l’operazione smaltimento.

Ultime Notizie

Rubriche