Pronti a sostenere l'aiuto

Immediata la disponibilità a fornire uomini e mezzi e tutto quello che servirà a dare aiuto e conforto



La Protezione Civile nazionale si raccomanda di non assumere iniziative autonome


I Comuni dell’Unione della Bassa Romagna si stringono alle popolazioni e ai territori colpiti dal sisma della scorsa notte e si mettono a disposizione della Protezione Civile nazionale per tutte le esigenze di soccorso che serviranno per fronteggiare sia l’emergenza, che il periodo successivo a questa prima delicata fase di intervento.

“Sin dalle prime ore dall’accaduto siamo in contatto con il Dipartimento di Protezione Civile regionale – hanno ribadito i sindaci dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna – perché anche il nostro territorio possa fare la sua parte in questa delicatissima fase e anche per seguire l’evolversi della situazione, dopo le forti scosse che hanno avuto come epicentro il territorio fra Marche e Lazio. Le scosse sono state avvertite in modo lieve anche nelle nostre città, dove non ci sono stati danni alle strutture e infrastrutture pubbliche, stando alla verifica effettuata ieri e in mattinata su tutto il nostro territorio”.

“L’evento ha provocato molta paura per le località interessate dal sisma ed interpretando anche il sentimento di tutti i nostri cittadini – hanno proseguito i sindaci – abbiamo immediatamente dato la nostra disponibilità a fornire uomini e mezzi e tutto quello che servirà a dare aiuto e conforto alle popolazioni interessate”.

Si rinnova la raccomandazione della Protezione Civile nazionale di non assumere iniziative autonome, senza il coordinamento centrale, perché potrebbero ritardare o congestionare la fase prima dei soccorsi e i primi interventi di salvataggio che sono i più delicati e importanti.

PER AVERE INFORMAZIONI O FARE SEGNALAZIONI:

Contact center Dipartimento Nazionale Protezione Civile 800 840 840 per avere informazioni o fare segnalazioni
Per chi chiama dall’estero è attivo il numero +39 06 82888850

La regione Emilia-Romagna ha attivato il numero verde Sisma 800 407 407 per la raccolta delle disponibilità (viveri, vitto, ecc)

La Regione ha, inoltre, aperto un conto corrente unico regionale per la raccolta di fondi che saranno destinati alle esigenze delle popolazione e dei territori colpiti: IBAN IT69G0200802435000104428964 – Intestazione e causale: Emilia-Romagna per sisma Centro Italia”.

Ultime Notizie

Rubriche