I reati sono in calo

E gli immigrati sempre in crescita


Nei primi sei mesi del 2016 rapine, furti, violenze, estorsioni e truffe sono in calo in tutta Italia secondo i dati diffusi dal Viminale.


Il totale dei delitti commessi passa da un milione e 347mila, a un milione e 129mila (-16,2%). 

Il calo medio registrato in Emilia Romagna è più alto di quello nazionale: 19.6%. 

Al primo posto si piazza Ravenna, dove la diminuzione dei delitti sfiora il 30%.

I dati sono parziali, perchè riguardano soltanto i primi sei mesi dell’anno, e dovranno essere confermati a fine 2016, ma fotografano una diminuzione generalizzata del numero dei reati. 


Positiva l’introduzione del sistema operativo di videosorveglianza.

Resta comunque alta l’attenzione delle forze dell’ordine contro furti e rapine. 


Ma stando ai dati del Viminale, cala anche il contrasto al crimine: secondo i sindacati di Polizia a causarlo è il taglio delle risorse e la cronica carenza di personale.

Che ci sia una relazione tra il calo dei reati e i’ormai storico ed inevitabile incremento dei residenti extracomunitari è davvero impossibile da credere, ma altrettanto lo è, appunto alla luce dei dati oggettivi, che sia vero il contrario come invece è sulla bocca di tanti, cioè più extracomunitari, più reati.

Arrigo Antonellini 

Ultime Notizie

Rubriche