Per la prima volta calano gli italiani


In Italia,  per la prima volta cala il tasso di natalità che è in costante diminuzione dal 2008. 

Il 31 dicembre 2015 risiedono in Italia 60 milioni 665.551 persone, di cui più di 5 milioni di stranieri; 8,3% dei residenti a livello nazionale, 10,6% al Centro-nord. 

Secondo l’istituto di statistica Istat nel corso del 2015 il numero dei residenti ha registrato una diminuzione consistente per la prima volta negli ultimi 90 anni: il saldo complessivo è negativo per 130.061 unità. 

Il fenomeno riguarda esclusivamente la popolazione di cittadinanza italiana – 141.777 residenti in meno – la popolazione straniera aumenta di 11.716. 

Questo calo è dovuto in gran parte alla continua diminuzione delle nascite, trend in atto dal 2008.

L’anno scorso i nati nel Bel Paese sono stati meno di mezzo milioni, in calo di ben 17mila unità rispetto al 2014. 

Di questi, 72mila erano stranieri, vale a dire poco meno del 15% del totale. 

Per contro i decessi registrati sono stati oltre 647mila, 50mila in più del 2014, ovvio per una popolazione che si sta invecchiando sempre di più. 

Senza i 5 mlioni di stranieri il Bel Paese, con i suoi tesori, tra 50 anni sarebbe disabitato?

Arrigo Antonellini 

Ultime Notizie

Rubriche