Alla sagra delle sfogline gli ospiti della casa protetta M.Geminiani

A Massa Lombarda tra loro anche Berta Zardi, la 95enne che 31 anni fa fu tra le fondatrici della kermesse



Ospiti d’eccezione alla Sagra delle sfogline di Massa Lombarda. Lunedì 29 agosto, alcuni ospiti della struttura per anziani “Manuela Geminiani” di Massa Lombarda, accompagnati da alcuni parenti, hanno potuto godere dell’ospitalità della Pro Loco all’interno della Sagra delle sfogline,giunta alla XXXI edizione.

Per l’occasione sono state servite le tagliatelle al ragù che hanno reso celebre la sagra negli anni. Giudice d’eccezione, colei che 31 anni fa è stata tra le prime ideatrici della rinomata sagra: la signora Berta Zardi. La novantacinquenne Berta, accompagnata dai nipoti, ha gradito molto l’ospitalità e, soprattutto, il momento in cui sono stati ricordati i “primi passi” della sagra nata proprio dalla sua grande passione per la pasta fatta in casa con tagliere e mattarello.

La manifestazione di quest’ anno sta riscuotendo enorme successo, come dimostrato dalla grande affluenza che, tutte le sere, si registra attorno allo stand gastronomico. Grazie alla grande passione e al grande impegno dei tanti volontari (in particolare giovani e giovanissimi) e del suo presidente Antonio Falzoni, anche per quest’anno la Sagra si riconferma come uno degli appuntamenti estivi massesi più graditi. 


Durante il suo saluto, il presidente Falzoni ha voluto ringraziare i volontari e ha dichiarato che la Pro Loco di Massa Lombarda destinerà l’incasso dell’offerta libera d’ingresso alle popolazioni del centro Italia colpite dal sisma.

Anche il sindaco Daniele Bassi, accompagnato dalla vice sindaco Carolina Ghiselli, ha voluto essere presente alla serata. “Grande merito alle tante donne e uomini che si rendono disponibili durante questa festa come volontari per far sì che i nostri valori, le nostre tradizioni siano riconosciute e apprezzate non solo a Massa Lombarda – ha sottolineato Bassi -. Un sentito ringraziamento anche e soprattutto per l’iniziativa messa in campo dal presidente Antonio Falzoni e dai volontari della Pro Loco a favore delle popolazioni colpite dal terremoto. Questo a dimostrare come la grande opera del volontariato non conosca confini e barriere”.

Insieme agli ospiti della casa protetta erano presenti anche quelli della struttura “Padre Marella”, che hanno passato, insieme ai loro operatori, alcune ore spensierate. Dopo la cena gli ospiti della struttura M. Geminiani sono rientrati accompagnati dai loro operatori, dalla coordinatrice della struttura Marika Emiliani e dai volontari Auser e Agesci, che supportano le attività all’interno della Cra di Massa Lombarda.

Ultime Notizie

Rubriche