Assegnati i lavori di consolidamento della Rocca Estense

Gli interventi interessano l’ala est della Rocca


Il consolidamento strutturale della Rocca estense di Lugo inizierà dopo la Fiera biennale. L’importo di assegnazione per l’opera ammonta a 670.435,83 euro (IVA compresa). 



Lo scorso giugno fu avviato un cantiere pilota propedeutico all’intervento con l’installazione di tiranti.

I lavori saranno eseguiti dalla CEAR di Ravenna, mentre la direzione dei lavori sarà affidata ai tecnici del servizio Patrimonio del comune di Lugo: Giovanni Liverani, Barbara Boninsegna eIvano Lanconelli.

I nuovi lavori interessano l’ala est del Rocca e precisamente il corpo di fabbrica prospiciente via Relencini e, per la zona nord-est, la torre Balzella e gli spazi di collegamento con la torre del Soccorso; si tratta anche in questo caso di un intervento volto al raggiungimento dei necessari livelli di sicurezza previsti dalla normativa vigente per quanto riguarda la sismica.

In sintesi, le opere edili previste sono le seguenti: messa in luce delle strutture del sottotetto (rimozione e pulizia completa degli spazi); bonifica di alcuni manufatti in cemento-amianto (canne fumarie preesistenti); rimozione dell’attuale manto di copertura del tetto dell’ala est e nord est; rimozione della media orditura lignea di copertura; rimozione dello sporto di copertura; realizzazione opere di consolidamento strutturale (cuciture armate dei manufatti murari);​messa in opera di tiranti e/o trefoli in acciaio; applicazione di tessuti in fibra di vetro per i rinforzi strutturali; messa in opera di strutture lignee in copertura; consolidamento di controsoffitti in muratura ed in arellato; ripristino del piano delle falde con posa di pianelle in laterizio; messa in opera di strato isolante nelle falde di copertura in sughero; rimontaggio manto di copertura in coppi;​ripristino sporto di gronda; realizzazione di murature a “più teste”;​fornitura e posa in opera di canali di gronda; fornitura e posa in opera di guaina impermeabile in copertura; esecuzione di intonaci a base di calce idraulica naturale; consolidamento estradossi e restauro degli intradossi delle volte arellate decorate;​sostituzione e/o inserimento di architravi nei vani murari; esecuzione di velature a base calce degli ambienti interni ristrutturati; realizzazione di pavimentazioni in battuto alla “veneziana”.

Negli ultimi anni sono stati realizzati interventi per la prevenzione del rischio sismico relativamente alla Torre del soccorso, alla zona antistante piazza Garibaldi (sala consiliare, Salone Estense, Sala giunta, segreteria generale) fino alla torre rotonda (mastio) e alla zona dell’ufficio del sindaco.

Ultime Notizie

Rubriche