Consegnato il marchio Futuro Green

Agli ordini e ai collegi professionali del territorio


Nell’ambito di Bassa Romagna in fiera, all’Agorà allestita in piazza Mazzini sono stati consegnati i marchi “Futuro Green 2020” ai professionisti del hanno completato la formazione prevista dal disciplinare del progetto.

Con la giornata di ieri dunque, anche ordini e collegi professionali (dopo la consegna effettuata da Cna/Confartigianato domenica scorsa agli imprenditori) hanno completato il primo ciclo formativo; a queste consegne si aggiungono inoltre le numerose targhe consegnate ai cittadini privati che hanno effettuato interventi mirati al risparmio energetico nelle proprie abitazioni (ad oggi già 13 consegne).

Tutti i professionisti che hanno partecipato alla formazione potranno richiedere al proprio ordine o collegio l’uso del marchio, che ha valenza annuale, e può essere inserito nei propri strumenti di comunicazione. Professionisti e imprese che aderiscono al progetto si impegnano a condividere la filosofia “futuro green” e i suoi contenuti, promuovere la logica del risparmio energetico e della riqualificazione edilizia, sottoscrivendo le buone prassi di lavoro.

Nella serata di ieri Luca Piovaccari, presidente dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna ha consegnato simbolicamente il marchio ai presidenti dell’ordine degli ingeneri, del collegio dei geometri, del collegio dei periti industriali e della rappresentante dell’ordine degli architetti della provincia di Ravenna.

“La consegna del marchio da parte dell’Unione è un gesto simbolico, ma è tutt’altro che simbolico l’impegno assunto dai numerosi professionisti del territorio – ha dichiarato Luca Piovaccari -. Con il loro impegno potranno infatti fare la differenza per il futuro di tutti, in termini di rispetto dell’ambiente e sostenibilità. 


Il progetto Futuro Green si sta concretizzando ogni giorno di più: è un progetto a lungo termine i cui risvolti positivi non sono solo quelli dell’immediato (come il risparmio economico derivato dal minor consumo di energia), ma anche quelli che si vedranno con il passare del tempo, con la diffusione capillare di una cultura ambientale che potrà migliorare la qualità della vita di tutti”.

Ultime Notizie

Rubriche