Insospettabile arrestato dalla Polizia

Per aver trasformato la casa in un laboratorio per la produzione di stupefacenti




La Polizia di Stato ha arrestato B.F. 46enne faentino per il reato di produzione e detenzione di sostanze stupefacenti.



Gli agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Faenza dopo una rapida indagine scaturita a seguito di informazioni che indicavano una persona che aveva trasformato in pieno centro il suo appartamento in una serra per la produzione di canapa.

Gli accertamenti escludevano che tale persona fosse conosciuta ovvero legata al mondo dello spaccio cittadino.

Dopo una prima scrematura l’attenzione dei poliziotti è stata attirata dall’abnorme consumo di energia elettrica dell’appartamento di proprietà di B.F. posto sotto osservazione con servizi di appostamento dagli agenti della Squadra Anticrimine del Commissariato.

La sorpresa durante la perquisizione della casa o meglio di una vera e propria coltivazione di cannabis di tipo professionale messa in piedi dall’uomo.

Nelle stanze dell’appartamento tutto era stato predisposto per fare crescere rigogliose le piante di cannabis indica con un armadio – essiccatore in cui venivano sistemate le piante che crescevano grazie all’utilizzo di potenti lampade alogene, con altrettantoperformanti filtri anti-odore.

Giunte a maturazione le piante venivano fatte essiccare grazie ad un procedimento artificiale per renderle pronte all’uso. Nell’appartamento sono stati trovati concime, marijuana già essiccata, bilancini di precisione e altro materiale per il confezionamento dello stupefacente.

Sia la costosa attrezzatura che tutto il materiale e lo stupefacente sono stati sequestrati dagli agenti che hanno arrestato B.F. incensurato e ufficialmente operaio presso un‘azienda di Faenza. Lo stesso è stato posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa del processo.

Ultime Notizie

Rubriche