Sicurezza e controllo sociale del territorio

Sono oltre un centinaio le persone che hanno aderito ai “gruppi di controllo di vicinato” del Quartiere Lugo Ovest



Continuano a riscuotere grande interesse nei cittadini le iniziative di promozione del controllo di vicinato portate avanti dai residenti del quartiere Lugo Ovest in accordo con la locale consulta. 



Dopo una serata informativa svoltasi nel mese di giugno alla presenza di numerose persone a cui ha partecipato la vice comandante della Polizia Municipale della Bassa Romagna che ha fornito consigli utili per la sicurezza personale e residenziale, e durante la quale membri di gruppi di “controllo del vicinato” attivi sul territorio hanno spiegato come organizzare reti di messaggistica con lo scopo di poter fornire segnalazioni qualificate alle forze dell’ordine in caso di pericoli per la sicurezza, nello scorso fine settimana è stato allestito presso il parco Golfera, nel quartiere Lugo Ovest, un banchetto informativo al fine di raccogliere adesioni. 


Nella sola giornata di sabato 10 settembre si sono raccolte 66 nuove iscrizioni da aggiungersi alle 55 già registrate. Particolarmente soddisfatti si dicono due degli animatori dell’iniziativa, Maurizio Facchini ed Elisabeth Alvarado, consiglieri della consulta di decentramento, i quali hanno affermato : “Siamo convinti che il miglior antifurto sia il vicino di casa, e stiamo cercando di diffondere nel quartiere la cultura dell’aiuto reciproco e della sicurezza partecipata sull’esempio di quanto accade già in alcune frazioni del comune, come Bizzuno, San Bernardino e Voltana, ed in diverse realtà della nostra provincia e regione. 


Siamo rimasti piacevolmente sorpresi nel riscontrare che al banchetto si sono rivolte anche diverse persone di altri quartieri di Lugo, a dimostrazione che il bisogno di sentirsi sicuri e la voglia di partecipare sono assai diffusi a Lugo; è auspicabile quindi che iniziative come la nostra siano intraprese anche dalle altre consulte della città e incoraggiate e sostenute dalla Amministrazione Comunale.”

L’attivazione dei gruppi di “controllo di vicinato”e le segnalazioni tramite sistemi di telefonia mobile come Whatsapp , sono metodologie che stanno avendo una grande diffusione e riscontro tanto che l’A.N.C.I. (Associazione Nazionale Comuni Italiani)- sezione Emilia Romagna- ha promosso iniziative pubbliche, in parte già svolte, da tenersi presso i territori per la diffusione della cultura della legalità e sicurezza e per il consolidamento dei rapporti tra Forze dell’Ordine, Istituzioni e cittadini.

Ultime Notizie

Rubriche