Ottobre in Val Lamone lungo Il Treno di Dante

Un itinerario turistico ricco di emozioni

Domenica 2 ottobre, per iniziativa del Circolo La Ginestra di Crespino del Lamone, camminata al monumentale castagneto di Pigara, pranzo con “Il re porcino” e visita all’abbazia e ai monumento dell’eccidio nazifascista.

Lungo la valle del Lamone corre la Faentina, vale a dire la linea ferroviaria Firenze-Faenza (anche se per chi vive sulla costa orientale dell’Italia, è la Faenza-Firenze).

A piedi o con la vostra bici, preparatevi a salire su di un treno che, seguendo un suggestivo percorso appenninico, vi terrà incollati al finestrino…

La Valle del Fiume Lamone è una valle piena di storia e cultura del territorio. 

Poichè Faenza si trovava sull’asse di comunicazione stradale che dalla via Emilia conduce alla Toscana, attraverso la valle del Lamone passando dal suggestivi borghi di Brisighella, Marradi e Crespino del Lamone, è proprio da qui che partiva uno degli itinerari romei più frequentati e meglio documentati dalle fonti scritte.


Oggi, sabato 1 Ottobre p.v., alle ore 17, all’interno dell’Antica Pieve Tho, riecheggeranno le note particolarmente soavi del violinista cubano Evelio Tieles Ferrer che, con la sua maestria e il suo virtuosismo, saprà proporci momenti d’incanto. Sarà accompagnato al pianoforte dal Maestro Giancarlo Peroni, un collaudato e felice connubio all’insegna della grande e buona musica.
A Crespino del Lamone, Domenica 2 ottobre, “Porcini e marroni”
Alle 
9:30 partenza per la passeggiata di circa 1 ora di bassa difficoltà con leggero dislivello, al monumentale castagneto di Pigara, le cui piante sono state messe a dimora in filari a centuriazione romana almeno 350 anni fa dai frati Vallombrosani.

12:30 pranzo al circolo con il seguente menu: crostini misti con porcini; tagliatelle bianche ai porcini; cinghiale in umido con patate; mousse di cioccolato con more di Crespino, pane toscano cotto a legna; caffè; liquori artigianali.

15:00 Visita all’Abbazia Vallombrosana e al monumento ai Caduti dell’eccidio nazifascista, a seguire breve passeggiata alla fontana dei Sette, alla Cascata delle Streghe, alla Fontana del Re, al Monticino della Croce e al pozzo di Smeriglio con la cascata dei Pozzoni.
Info: arrian@tin.it     tel: 333 8931093

A Marradi, paese natale del poeta Dino Campana, avrete modo di assaggiare i famosi “marroni” di Marradi – frutto dei tanti castagneti che tappezzano le colline circostanti che vengono messi in mostra durante la Sagra delle Castagne (domenica 09-16-23-30 o
ttobre).

Il monumentale castagneto di Piagara a Crespino

http://bblaginestra.jimdo.com/

Ultime Notizie

Rubriche