L’uso di zainetti pesanti, postura della schiena e spalle, scoliosi

Il Dott. PAOLO GAUDENZI Dir I° Liv U.O. Fisiatria O.C. Faenza, ambulatorio privato presso Salus Medical Center Lugo risponde

Salus Medical Centere

L’inizio
dell’anno scolastico rappresenta un periodo importante per chiarire
alle famiglie alcuni dubbi su frequenti patologie che possono colpire i
figli in età adolescenziale in relazione all’uso di zainetti pesanti,
postura della schiena e spalle, scoliosi.


Innanzi tutto conviene subito fare una precisa distinzione fra atteggiamenti posturali scoliotici e vera scoliosi.

Gli
atteggiamenti posturali appaiono come modifiche dell’asse corretto del
tronco e spalle, ma modificabili con movimenti spontanei o volontari
della persona, quindi di origine muscolare,

La scoliosi vera
risulta essere invece, un quadro strutturato, quindi difficilmente
modificabile perché di origine ossea vertebrale.

L’uso dello
zaino anche se in posizioni scorrette o con pesi eccessivi, non mostra,
da studi scientifici, essere correlato in nessun modo con la scoliosi
strutturata o predisponente a tale deviazione ossea.

L’uso
scorretto dello zaino scolastico e il suo peso, paiono correlarsi
invece, con i dolori alla schiena (contratture muscolari) che spesso
compaiono in ambito preadolescenziale.

L’uso corretto prevede alcune norme semplici di base:

zaino
con spalliera rigida, ben adesa alla schiena (bretelle ben tensionate),
con il fondo non più basso delle anche, con i libri pesanti più vicini
alla schiena, cintura addominale ben legata, peso non superiore al 20%
del peso corporeo.

Per quanto riguarda le posture durante gli
studi, che i nostri ragazzi assumono a scuola e a casa, sicuramente non
si correlano con la facilitazione alla comparsa di una scoliosi vera, ma
sono favorenti il manifestarsi di dolori muscolari alla colonna, spalle
e collo.

Le indicazioni a riguardo sono di cercare di sedersi
con la schiena più possibile eretta e aderente allo schienale ma
soprattutto modificare spesso la postura: ricordarsi che una postura
corretta ma prolungata, diventa di carico eccessivo per la colonna
comunque.

Rimane utile una collaborazione casa scuola per la migliore forma di prevenzione:

la riduzione del peso dello zaino e se possibile la scelta di zaini leggeri anche quando vuoti.

Una
valutazione clinica della colonna può essere utile in caso di
sintomatologie dolorose prolungate, soprattutto in situazioni di
familiarità per scoliosi vere.

Dott. Paolo Gaudenzi 
Specialista in Medicina Fisica e Riabilitazione

Ultime Notizie

Rubriche