Marino non era capace di governare!……?

Lo dice il “giudice” Matteo Orfini

L’assoluzione di Marino mi permette di togliermi qualche sassolino dalla scarpa, la mia come sempre ovviamente, per il poco checonta.

Intanto che come sempre succede, sulle nefandezze compiute dall’ex sindaco PD di Roma, Marino, si sono consumate ore di TG e tante pagine di giornali.

Sulla sua assoluzione, qualche minuto in Tv e in teza pagina dei giornali.

Ma soprattutto lo scippo di democarzia compiuto dal “giudice” Matteo Orfini che fece togliere a Marino la maggioranza dei voti nel consiglio comunale di Roma.

Dopo l’assoluzione di Marino, l’affermazione di Orfini è raggelante.

“L’abbiamo tolto di mezzo perchè non era capace di governare”!

La Costituzione dice che chi governa è scelto e giudicato, a fine mandato, dai cittadini, dagli elettori.

Marino era stato scelto dai romani, era potere dei romani, a fine mandato, stabilire se era stato o no capace di governare, non certo di tal Orfini Matteo, messo lì dov’è, nel suo ruolo di potere, dai pochi iscritti al Pd dei tantissimi elettori romani, ammesso che siano stati loro a farlo e non una sola persona, per di più non elettore a Roma.

Che poi quell’occupazione di potere di Orfini abbia portato a consegnare Roma ai M5S, con l’aggravante che era scontato che sarebbe stato così, è un’altra storia, dal carattere masochistico.


Che poi Marino ora faccia campagna per il NO al referendum della riforma di chi l’ha condannato, è scontato, umano.


Arrigo Antonellini

Ultime Notizie

Rubriche