E’ caccia aperta agli idrocarburi anche nel territorio Ravennate

Riceviamo dal M5S e pubblichiamo


Procede anche sul nostro territorio la caccia alle fonti fossili promossa dal Governo Renzi: la società americana AleAnna Resources LLC da seguito al permesso di ricerca “La Stefanina”, depositato nel 2014 e riguardante oltre cento chilometri quadrati compresi nei comuni di Comacchio, Argenta, Alfonsine e Ravenna. 



E’ stata infatti inoltrata al Ministero dell’Ambiente la valutazione di impatto ambientale relativa al permesso di ricerca.


“Si evidenzia che l’attività di Rilievo Geofisico 3D, oggetto del presente SIA insieme al Permesso di Ricerca, sono previste al fine di approfondire nell’area la conformazione geologica e la presenza di reservoir sfruttabili”. Per essere più chiari è la stessa società AleAnna nello Studio di Impatto Ambientale che scrive: “Al termine delle operazioni di rilievo geofisico nelle aree individuate e sulla base dei dati ottenuti sarà possibile procedere con l’eventuale scelta di sviluppare un progetto di perforazione esplorativa, necessario a verificare le reali potenzialità del giacimento”.

Nel caso vi fosse qualche dubbio che i costosi rilievi potessero servire a qualcos’altro se non allo sfruttamento dei giacimenti eventualmente presenti del nostro sottosuolo queste parole palesano le vere intenzioni del proponente.

Poco importa che la ricerca ed il successivo sfruttamento avverranno in territori già fortemente compromessi da subsidenza, dissesto idrogeologico ed inquinamento, e potrebbero danneggiare preziosissimi habitat naturali (zone protette SIC – ZPS e MAB UNESCO).

Il Movimento 5 Stelle di Alfonsine si è attivato fin da subito redigendo con urgenza una proposta di mozione che verrà presentata e discussa nel prossimo consiglio comunale del 18 Ottobre. Un documento che chiede all’amministrazione di dare piena ed evidente informazione a tutti i cittadini su quanto sta avvenendo sul nostro territorio, ed al contempo di presentare le proprie osservazioni al procedimento depositato presso il Ministero dell’Ambiente atte a valutare i principi di precauzione per la salvaguardia del territorio, delle popolazioni residenti e degli ecosistemi presenti.

Ricordiamo che il termine ultimo di presentazione Osservazioni da parte del pubblico (Cittadini, Associazioni, Comitati, Enti) scade il 21 Novembre 2016.

Stefano Gemignani 
Capogruppo Movimento 5 Stelle Alfonsine 
Consigliere M5S dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna

Ultime Notizie

Rubriche