lunedì 30 aprile 2018

Ordinanza per il controllo della proliferazione della zanzara tigre

A Bagnacavallo


È stata emanata l’ordinanza per il controllo della proliferazione della zanzara tigre nel territorio comunale di Bagnacavallo, che impegna i cittadini ad adottare comportamenti e interventi volti a contrastare la zanzara tigre e prevenire così la diffusione delle malattie trasmesse da questi insetti.
L’ordinanza sarà in vigore dall’1 maggio al 31 ottobre.

La collaborazione dei cittadini è indispensabile, in quanto gli interventi effettuati su suolo pubblico dal Comune, attraverso la ditta Sireb di Modena, riguardano circa il 30% dei focolai e il restante 70% è costituito dai pozzetti posti nelle abitazioni e nelle aree private, che devono essere trattati quindi dai proprietari.

A questo proposito, sono ancora disponibili presso l’Ufficio Relazioni col Pubblico del Comune, al primo piano di Palazzo Vecchio, alcuni flaconi gratuiti di prodotto larvicida, rimasti dopo le distribuzioni effettuate durante i mercati di Bagnacavallo e Villanova nel mese di aprile.

È importante iniziare le attività di lotta alla zanzara tigre poiché con l'innalzamento delle temperature riprende il ciclo di vita degli insetti, con la nascita delle prime larve. L'insetto, per riprodursi, predilige le piccole raccolte d'acqua che si trovano nei sottovasi, nei bidoni lasciati in cortile, nei pozzetti. Si ricorda ai cittadini che è obbligatorio evitare i ristagni d’acqua ed effettuare con regolare periodicità i trattamenti con gli specifici prodotti larvicidi.

Le attività per il controllo della proliferazione della zanzara tigre sono coordinate dal Servizio Igiene, Sanità, Educazione Ambientale dell'Unione dei Comuni della Bassa Romagna.

Il testo completo dell’ordinanza con le disposizioni previste per soggetti pubblici e privati può essere consultato sul sito istituzionale www.comune.bagnacavallo.ra.it.

Per informazioni:   0545 280888 (Urp del Comune di Bagnacavallo)
0545 38353 – 38343 (Servizio Igiene, Sanità, Educazione Ambientale dell’Unione)

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento