lunedì 28 maggio 2018

Conte rimette l'incarico al Presidente della Repubblica

Impossibile un Ministro sostenitore della fuoriuscita dall'Euro


Il Quirinale chiarisce di essersi trovato di fronte a un irrigidimento dei partiti: «Nessuno può dire che ho ostacolato la formazione del Governo» spiega Mattarella di fronte alle telecamere. 

Specifica di avere accettato l’indicazione dei partiti sul nome del premier da incaricare e di avere condiviso i nomi sulla lista presentata da Conte, tranne quello per il ministro dell’Economia, non potendo accettare un sostenitore della fuoriuscita dall’euro.

«Il mio dovere è tutelare i risparmi degli italiani, avevo chiesto un nome politico, devo firmare i decreti per le nomine dei ministri assumendone la responsabilità istituzionale, in questo caso il presidente della Repubblica svolge un ruolo di garanzia che non ha subito né può subire imposizione».

«Nervi saldi e solidarietà al Presidente Mattarella. Ora dobbiamo salvare il nostro grande Paese» scrive il premier Paolo Gentiloni commentando gli sviluppi della situazione politica.



Ma la Costituzione viene consegnata ai diciottenni senza il libretto delle spiegazioni, le competenze del Capo dell Stato non sono soggette ad interpretazioni.

Art 68: "Assicura il rispetto dei trattati e dei vincoli derivanti dall'appartenenza dell'Italia ad organizzazioni internazionali e sovranazionali".

Art 69: " Il Presidente della Repubblica nomina e revoca gli altri membri del Governo (su proposta del Primo Ministro)


Il significato della parola proposta è sul vocabolario italiano non in una relazione politica, come quello del verbo nominare, poi il valore delle parentesi si impara in prima elementare.

Di Maio e Salvini: "Scusi sig. Mattarella dovrebbe mettere una firma sul foglio, grazie" ??

Arrigo Antonellini

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento