lunedì 28 maggio 2018

Due pallavoliste fanno grande Bagnacavallo

 Ricevute in Municipio


Due giovani sportive che stanno tenendo alto il nome di Bagnacavallo in Italia, Laura Melandri e Martina Focaccia, sono state ricevute in Municipio a Bagnacavallo dall’assessore allo Sport Enrico Sama.



Accompagnate dai familiari e dal presidente della Fulgur Pallavolo Bagnacavallo, Alberto Longanesi, Laura e Martina hanno raccontato la loro esperienza di crescita umana e sportiva dalle giovanili della Fulgur fino alla massima serie.

«Siamo felici di poter incontrare due atlete come voi – ha dichiarato l’assessore Sama in apertura dell’incontro – che cresciute nel mondo sportivo bagnacavallese siete poi riuscite a raggiungere risultati importanti. E di questo lavoro prezioso con bambine e bambini dobbiamo rendere merito alle società, in questo caso alla Fulgur, che con 180 atleti iscritti è la seconda realtà sportiva bagnacavallese e in questi ultimi anni ha richiamato sempre più pubblico ad assistere alle sue partite.»

Laura (classe 1995) e Martina (classe 1992) giocano entrambe nel ruolo di centrale e hanno avuto esordi simili: si sono avvicinate alla pallavolo all’età di 8 anni nella Fulgur e lì sono cresciute fino all’adolescenza, per poi prendere altre strade in società che militavano in campionati maggiori.

Laura Melandri, in particolare, da Bagnacavallo si è spostata a Ravenna, per poi iniziare la sua vita da «nomade sportiva», come si è definita: a Bologna, Bergamo (dove ha esordito in Serie A all’età di 16 anni), Piacenza, Firenze e nell’ultimo anno Conegliano, squadra con cui quest’anno ha vinto il campionato e ha raggiunto il terzo posto in Champions League. L’anno prossimo sarà a Monza, per iniziare una nuova avventura. «Ho avuto la fortuna di esordire presto in Serie A – ha raccontato Laura – e accumulare così tante esperienze ad alto livello, con compagne molto forti. Ora il mio è un lavoro vero e proprio, anche se fatico a definirlo tale, perché resta la mia passione, e la mia vita da nomade è una difficoltà, certo, ma anche uno stimolo forte a migliorarmi sempre. Sono poi iscritta all’università, Psicologia, anche se dallo sport non resta molto tempo libero se non in estate.»

Il curriculum sportivo di Martina Focaccia, invece, è fatto di un legame con un’unica squadra, il Pallavolo San Lazzaro, che l’ha vista arrivare giovanissima e che in 7 anni ha scalato campionati fino a conquistare quest’anno la serie A2. «Un percorso bellissimo – ha spiegato Martina – che ha coinvolto tutta la città e una società piccola, che con poche disponibilità economiche è riuscita a creare un ambiente fecondo. Quando sono arrivata ero la mascotte del gruppo e oggi sono orgogliosa di aver raggiunto oggi questo risultato da capitano.» Oltre alla promozione Martina ha raggiunto sempre quest’anno un altro importante traguardo, la laurea in Scienze Motorie. Oltre a giocare è anche allenatrice nelle giovanili e a luglio parteciperà agli Europei universitari in Portogallo.

«In oltre cento anni di attività la Fulgur ha dato prova di essere una realtà incredibile, dove nascono grandi atleti – ha commentato Alberto Longanesi, presidente della società pallavolistica bagnacavallese. – Abbiamo tre ragazze in serie A, Martina, Laura e Sara Panetoni, ne siamo davvero orgogliosi e per questo continuiamo nell’impegno di gestire una società dove ragazze e ragazzi possano crescere per poi favorire per ognuno la strada che più gli si addice. Abbiamo avuto un anno di tanti successi: la vittoria della serie D maschile, promossa in C, e dell’Under 12 Csi femminile e ora attendiamo di sapere se la Prima divisione femminile passerà in serie D. Desidero ringraziare il pubblico bagnacavallese che ci segue con così tanto calore, in attesa della festa della Fulgur in programma il 10 giugno.»

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento