martedì 22 maggio 2018

Icel ha dedicato ai dipendenti un wekend di eventi

Nel 40° anniversario della fondazione


Due spettacoli esclusivi al Teatro Rossini di Lugo: così Icel ha voluto omaggiare tutti i dipendenti e tutti gli amici della cooperativa per celebrare il suo quarantesimo anniversario di fondazione, con uno spettacolo esclusivo al Teatro Rossini. 


Così sabato 19 maggio un gremito Teatro Rossini ha applaudito la musica classica dell’orchestra Doremi di Bagnacavallo, mentre domenica sul palco sono saliti anche i fratelli Parmiani, con lo spettacolo “Fricandoremi”.

Prima degli spettacoli sono saliti sul palco il presidente Andrea Babini e il direttore generale Paolo Musi, che hanno ripercorso la storia dell’azienda e ringraziato tutti gli intervenuti. Anche il sindaco di Lugo Davide Ranalli è saluto sul palco per un saluto dell’Amministrazione comunale: “Oggi Icel festeggia i suoi 40 anni nel nostro teatro - ha commentato il primo cittadino -. Un bellissimo modo per ringraziare le lavoratrici e i lavoratori che hanno reso grande questa azienda cooperativa. Storia, presente e futuro oggi si sono incontrati”.

A tutti i presenti in sala è stata inoltre donata una copia del libro Icel. 40 anni di Cooperazione (editrice Il Nuovo Diario Messaggero, 2018), che raccoglie il passato, il presente e le prospettive per il futuro della cooperativa che produce cavi elettrici. Il volume contiene gli articoli che annunciavano la nascita della cooperativa, fotografie storiche dell’azienda e interviste ai soci fondatori.

La storia dell’Icel inizia già dalla prima metà degli anni ’50 come impresa privata. L’azienda, che sorge inizialmente appena fuori dal centro storico, produce e commercializza cavi elettrici per energia. Nel 1974 avviene il trasferimento nell’attuale sede nella zona industriale, in via Torricelli. 

La seconda metà degli anni ’70 segna però un periodo di crisi economica, che colpisce pesantemente il settore del materiale elettrico e dell’energia in generale. La crisi tocca anche Icel e i proprietari comunicano ai loro dipendenti la futura chiusura dell’attività e la vendita di tutti gli impianti e dei capannoni. 

Alcuni dipendenti contattano allora il Movimento cooperativo, per valutare la possibilità di salvare il posto di lavoro e mantenere la continuità produttiva dei cavi elettrici, sfruttando le professionalità acquisite. Il 17 maggio 1978 Icel si trasforma in realtà cooperativa con 52 soci che costituiscono la “Icel Coop. Industria Conduttori Elettrici Lugo - società cooperativa a responsabilità limitata”.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento