giovedì 28 giugno 2018

Il racconto in dieci righe

Ispirato alla celebre frase del film Frankenstein Junior di Mel Brooks, Si può fare!

 
Restano pochi giorni per partecipare al concorso di scrittura Il racconto in 10 righe, promosso dalla Biblioteca comunale Taroni di Bagnacavallo e ispirato alla celebre frase del film Frankenstein Junior di Mel Brooks, Si può fare!.
Il termine ultimo per presentare gli elaborati, che stanno pervenendo alla segreteria del concorso, è infatti sabato 30 giugno.

Giunto alla diciannovesima edizione, il concorso è rivolto ai residenti in Emilia-Romagna senza limiti di età e prevede che l'ironica genialità degli emiliano-romagnoli debba essere narrata in dieci righe (massimo 910 battute spazi inclusi in Times New Roman corpo 12). In questo spazio, ogni autore deve raccontare un'idea, un'illuminazione, uno squarcio di luce nel buio.

Ogni autore può presentare un solo elaborato, che deve essere inedito, originale e in lingua italiana, mai presentato ad altri concorsi.

Il concorso è articolato su due sezioni di autori: Adulti (a partire dai 15 anni) e Under 14, che possono partecipare singolarmente o come classe scolastica o gruppo.

Saranno premiati con libri i primi tre classificati della sezione Adulti e il primo classificato della sezione Under 14. La premiazione avverrà lunedì 9 luglio alle 21.30 durante l'ultima serata della rassegna estiva Bibliocaffè, presso la biblioteca Taroni di Bagnacavallo.

L'edizione dello scorso anno è stata vinta da Roberto Sabatini di Ravenna per la categoria Adulti e Nicole Capra di Bagnacavallo per la categoria Under 14.

Il regolamento e il modulo di partecipazione sono disponibili presso la biblioteca Taroni, in via Vittorio Veneto 1 a Bagnacavallo e sono scaricabili dal sito del Comune, www.comune.bagnacavallo.ra.it

Per informazioni:   0545 280912
taroni@sbn.provincia.ra.it

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento