lunedì 25 giugno 2018

La Romagna rossa, chi era costuì?

A Imola vincono i Cinque Stelle !



Abbiamo perso persino a Imola.



Ovvio, scontato.....facile dirlo ora, ma dire che la sinistra la sconfitta l'abbia meritata è più che lecito, diciamo addirittura oggettivo.

Che la politica, ma non solo quella, ormai da tempo voli, cambi in modo travolgente la sinistra imolese avrebbe dovuto saperlo bene.

Ma capita, soprattutto a chi non manca di presunzione, il voler pensare che "ad altri magari sì, lo vediamo, ma a noi non può succedere, siamo troppo bravi, noi".

Ancora si sa da tempo che si vota l'uomo, anzi la donna molto meglio, non certo il partito. 

Sconfitta per di più netta, meno del 45 per cento.

A Imola hanno discusso mesi, a porte e finestre chiuse, per decidere chi candidare, poi hanno detto scegliamo questa perchè ci porta più voti, quelli di altri vicini a noi.

Quali voti? Ma chi ha voti oggi? Quale italiano oggi vota come gli dice di fare un dirigente di partito, anche se di quello che meno gli dispiace.  

Scontato (ma non lo è stato!) che di fronte al più che evidente rischio dopo il 4 marzo, si doveva fare una cosa sola, cercare la disponibilità di persone stimate dagli imolesi a presentarsi alle Primarie e dire agli imolesi, il vostro Sindaco ve lo scegliete voi.

E ancora totale silenzio sul nome degli assessori in caso di vittoria, della serie "non sono fatti vostri", decideremo noi, mentre l'avversaria i nomi li aveva fatti conoscere quasi tutti, prima.

Io, non ci credo, che avremmo perso ugualmente...

Ma più in generale è stata una pessima decisione automettersi in castigo dopo aver perso il 4 marzo, per essersene avuti a male sul come gli italiani avevano votato (adesso "cazzi vostri, ve lo meritate")  fregandosene di dare il governo del paese a Salvini, che pure aveva avuto un casino di voti in meno di noi.

Non è un caso che da sempre, che dopo il voto nessuno abbia mai ammesso la sconfitta totale, una ragione ci sarà,  ma Renzi ha voluto essere diverso non tenendo conto che a nessuno piace perdere.

Normale che in castigo ci abbiano messo anche i media non mettendo come apertura dei giornali questa storica sconfitta.   

Avete perso? Stateci allora in castigo, anche a Imola, anche in Romagna.
  
Arrigo Antonellini    

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento