giovedì 19 luglio 2018

Ballate blues, brezze notturne e un cappuccetto rosso senegalese

Per la seconda serata dell'Arena delle Balle di Paglia


Cotignola, Arena delle balle di paglia atto secondo: sei gli appuntamenti in programma per la serata di oggi, giovedì 19 luglio, che si caratterizza come la più contemplativa, ovvero pensata principalmente per godersi l’atmosfera del luogo e delle opere d’arte di terra e di fiume costruite appositamente.


Il primo di questi ha inizio alle 19.30 dal centro di Cotignola, precisamente da via Roma 34. Da qui partirà un racconto teatrale in bicicletta del Teatro Due Mondi, realizzato con Primola e il contributo di Riccardo Ciavolella, autore del romanzo Non è mica la fine del mondo. 


Fuse insieme, le storie di un antropologo, un combattente, sfollati e rifugiati, un manoscritto salvato dalle macerie, la guerra, la gente di Cotignola ieri e oggi, i colori della solidarietà. Il percorso si dipana tra due case dal grande significato simbolico: quella della partenza, dove su un muro capeggia da decenni la scritta “W Nenni e il Socialismo”, e quella dell’arrivo, la “Casa dei Giusti”, dove abitava Gigì d’Canavè e dove trovarono rifugio nel 1944 ebrei, perseguitati e lo stesso Ernesto de Martino. Replica dello spettacolo del 13 luglio; posti limitati, prenotazione necessaria (al numero 333 4183149 dalle 16 alle 20). Chi non può portare una bici può chiederla in prestito ai cotignolesi. La partecipazione è gratuita.

Alle 20 il primo appuntamento d’Arena, con l’incontro con l’autore Jean Talon, che leggerà i suoi Incontri coi selvaggi (edizione Quodlibet, 2016).

Alle 20.30 nella Golena dei poeti la storia di Thioro, un cappuccetto rosso senegalese: un viaggio dal ritmo pulsante, immaginifico e bruciante, che porta ogni spettatore alla scoperta della savana e all’incontro con Buky la iena. Con Fallou Diop, Adama Gueye, Simone Marzocchi. Organizzazione di Moussa N’Diaye, regia di Alessandro Argnani. Coproduzione Teatro delle Albe/Ravenna Teatro, Accademia Perduta/Romagna Teatri, Ker Théâtre Mandiaye N’Diaye. Posti limitati, prenotazione al 333 4183149 (dalle 16 alle 20); ingresso 5 euro.

Alle 21.30 a Casa Ercolani I fatti, l’aria infiammabile delle paludi: una ballata blues, due sgabelli, un narratore e un bassista di e con Luigi Dadina e Francesco Giampaoli. Anteprima a casa Ercolani. Produzione Ravenna Teatro/Teatro delle Albe, in collaborazione con Brutture Moderne. Posti limitati, prenotazione al 333 4183149 (dalle 16 alle 20); ingresso 8 euro, ridotto 5 euro fino a 20 anni, gratuito fino a 13 anni.

Alle 22 sul palco principale ci sarà “Brezza notturna”, il suono interiore della terra colorato con strumenti elettro meccanici autocostruiti dai musicisti. Una torre di Babele dove vecchi carillon, gong, dischi in bachelite rotti, invenzioni indecifrabili diventano i suoni di strumenti improbabili: melodon’s voice, phonograph tape, dhin tan pathè, harmograph, homemade sitarguitar, 120 rokka, stringwood, droning. Di e con Matteo Scaioli, David Kovacs e Adriano Ragni.

Alle 23 ci saranno invece i Fulkanelli nel bosco: un concerto di ricerca musicale plumbea, libero da schemi e modelli d’ogni sorta. Una sonorizzazione del sottobosco curata dai Fulkanelli in collaborazione con Stefano Pilia.

Il contributo richiesto per l’ingresso all’Arena è di almeno 2 euro (non sono inclusi gli spettacoli a pagamento che richiedono la prenotazione).

L’Arena è raggiungibile dal centro di Cotignola seguendo le indicazioni che partono da piazza Amendola (percorso del canale del mulino). Oppure, con l'auto si parcheggia nel campo sportivo di via Cenacchio, poi a piedi o in bicicletta per circa 900 metri (è necessaria una torcia ed è vietato lasciare la carraia). Servizio navetta per mobilità ridotta a cura di Auser (chiamare il 333 4183149, attivo nei giorni dell'Arena dalle 18.30).

L’Arena delle balle di paglia proseguirà tutte le sere fino a martedì 24 luglio. L’Arena è ideata e realizzata dai volontari dell’associazione culturale “Primola” di Cotignola, con il contributo della Regione Emilia-Romagna, del Comune di Cotignola, del Consorzio per il Canale Emiliano Romagnolo e dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna; hanno collaborato le associazioni Selvatica, Amici del fiume Senio, Cinecircolo Fuoriquadro, Spazi Indecisi, Lugocontemporanea, motoclub "I Leoni", Sc “Cotignolese”, Pro Loco, Auser. L’Arena quest’anno aderisce a “Terrena - Tracciati di land art in Bassa Romagna”, un percorso che unisce il territorio attraverso inedite trame artistiche (www.terrenalandart.it).

Per ulteriori informazioni, scrivere a info@primolacotignola.it, telefono: 333 4183149 (dalle 16 alle 20), Facebook “Nell’Arena delle balle di paglia”.

Matteo Mingazzini
Addetto stampa 

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento