mercoledì 18 luglio 2018

Porte aperte

Il progetto è stato realizzato grazie ai fondi dell’8 per mille alla Chiesa Cattolica


Dieci uomini e tre famiglie, attualmente accompagnati dalla Caritas diocesana di Imola in un percorso di autonomia, hanno oggi la casa assicurata in cinque unità abitative all’interno di Palazzo Monsignani, grazie al progetto “Emergenza abitativa”.


Il progetto è stato sviluppato dall’ente gestore della Caritas diocesana, l’associazione Santa Maria della Carità, che da anni è impegnata sul fronte dell’housing sociale ed è stato voluto insieme alla Diocesi di Imola (proprietaria di diversi immobili) con l’obiettivo di rendere più organica la destinazione di unità immobiliari con finalità caritative.

Il progetto è reso possibile dai lavori di ristrutturazione completati nel comparto di Palazzo Monsignani accessibile da via Emilia 67 con passaggio da un cortile interno attraverso una scala seicentesca che serve tre unità abitative. Oltre a questi lavori sono in corso interventi di riqualificazione anche in piazza Duomo 4 dove sorgono le altre due unità abitative.

Il progetto è stato realizzato grazie ai fondi dell’8 per mille alla Chiesa Cattolica per le attività caritative e con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Imola, La Cassa di Ravenna, Banca di Imola e Cooperativa Ceramica d’Imola.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento