sabato 4 agosto 2018

Giusta la battaglia contro la ludopatia

Voluta da Di Maio
di Arrigo Antonellini

Il divieto di pubblicizzare il gioco d'azzardo, assurdo pubblicizzare ciò che fa male per poi, per più, dovere spendere soldi pubblici per curare gli "ammalati", la scritta che il gioco fa male alla salute e l'obbligo di farsi identificare introducendo la tessera sanitaria, visto che si tratta di salute.

E questo nonostante che il gioco porti denaro allo Stato, come del resto le sigarette.

Si vada avanti, i Comuni facciano la loro parte, vietino le sale gioco in luoghi sensibili, premino, con il nostro denaro, rimborsandoli in parte delle minori entrate, gli esercizi pubblici che tolgono le macchinette ruba soldi. 

Arrigo Antonellini

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento