mercoledì 1 agosto 2018

Il M5S denuncia la costosa propaganda dell'amministrazione lughese

Un fondo erboso sintetico con una spesa di diverse decine di migliaia di euro a madonna delle Stuoie
di Domenico Coppola, Capogruppo M5S Lugo

La politica non può essere un’azione continua di propaganda. Chi ritiene altrimenti condanna se stesso, e la comunità per cui è chiamato a svolgere il ruolo di amministratore, al depauperamento dei valori etici, morali, sociali ed economici che dovrebbero essere alla base del buon governo.

Perché le scelte che non hanno alcun valore strategico per il bene comune e che perseguono il solo scopo di rilanciare l'immagine politica di chi amministra e consolidare il proprio bacino elettorale, sono destinate al fallimento, da ogni punto di vista.

E questo è quanto purtroppo sta accadendo a Lugo.

Tutto ha avuto inizio con la nascita di Purtimiro: un tentativo all'apparenza lodevole di donare alla comunità un festival di musica barocca, che tuttavia si è rivelato essere una manifestazione poco partecipata dai cittadini lughesi, utile più che altro a drenare ingenti risorse dal bilancio comunale allo scopo di regalare al Sindaco Ranalli qualche titolo altisonante sulla stampa nazionale.

Si è poi proseguito con lo Stoccaggio di San Potito, per il quale, pur di incassare quei pochi soldi necessari alla manutenzione delle strade, l'amministrazione ha accettato nei mesi scorsi di permettere ad Edison SPA l'esecuzione di prove di iniezione nei pozzi mediante superamento della pressione statica di fondo senza aver presentato ai cittadini il Piano di Sicurezza. In questa occasione il Sindaco e gli Assessori di competenza hanno dimostrato un ulteriore deplorevole vizio a cui sono soliti cedere: quello di comunicare decisioni impopolari solo a cose già fatte.

In tal senso è notizia recente che la giunta intende concedere alla società che ha in gestione il campo di calcio di Madonna delle Stuoie l'autorizzazione alla creazione di un fondo erboso sintetico con una spesa di diverse decine di migliaia di euro, finanziando l'iniziativa in buona parte con i fondi del bilancio comunale. Un impegno di cui il consiglio comunale è stato informato molto tardivamente e che persino gli abitanti del quartiere hanno dovuto apprendere dai giornali.

Riteniamo che tale scelta ubbidisca più a interessi elettorali che ad una vera esigenza di investimento, e ciò è stato confermato dal fatto che la Consulta di Lugo Sud non ha espresso parare favorevole sulla questione. Se si vogliono trovare a Lugo priorità di investimento negli impianti sportivi basta andare allo stadio Muccinelli e guardare in che stato sono le tribune e gli spogliatoi, totalmente inagibili poiché non a norma e fatiscenti.

Questi sono solo pochi esempi, a cui andrebbe aggiunto per dovere di cronaca il progetto di Piazza Savonarola che non ha incassato il placet dei residenti, di come la propaganda possa fare davvero male al tessuto sociale, culturale ed economico di una comunità, e come essa vada ad intaccare il bilancio di un comune per finanziare scelte strategicamente inutili. E nel rispetto dei valori del M5S a questo modo di fare politica sempre ci opporremo.


Domenico Coppola, Capogruppo M5S Lugo

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento