lunedì 27 agosto 2018

Le mogli siano sottomesse ai loro mariti

Ieri Domenica 26 agosto nelle chiese

E' stato letto il passo delle lettera di San Paolo agli efesini in cui tra l'altro scrive: "Le moglie siano sottomesse ai loro mariti, il marito infatti è capo della moglie".

Qualche decennio fa la chiesa decise che le messe fossero celebrate non più in latino, tra pochi giorni modificherà il testo del Padre Nostro.

Forse sarebbe bene che queste parole di San Paolo, decisamente "datate", vengano archiviate, non più lette e meditate durante la liturgia.

ana 

Stampa questo articolo

1 commento:

  1. Per capire bene il significato di quella frase bisogna leggerla tutta: "Il marito è capo della moglie come Cristo lo è della Chiesa". E come Cristo è capo della Chiesa? Ha dato la sua Vita per la Chiesa! È un rapporto d'amore, anzi d'Amore. Non è un rapporto di sudditanza. Forse oggi sembra una frase datata perchè abbiamo un pò smarrito il vero significato dell'Amore. Non so chi sia chi si firma come ana, comumque sarebbe bene che si documentasse meglio prima di dare consigli alla Chiesa su cosa deve o non deve far leggere la domenica.
    Giorgio Fugattini diacono.

    RispondiElimina