sabato 1 settembre 2018

Salvini può essere utile al nostro sviluppo democratico

Ora che è passato dalla parole, di quando era all'opposizione, ai fatti da quando governa

Finalmente gli altri, gli altri partiti, hanno capito che era un'idiozia perdersi, litigare, dividersi sui dettagli, come di quanto cambiare l'art. 18 ad esempio, del quanto dover essere più di sinistra dell'altro.

Qualsiasi studente di sociologia avrebbe potuto insegnare loro che il pericolo per il nostro futuro era ben altro.

L'egoismo, la chiusura nel proprio particolare, la difesa solo del proprio interesse, la non disponibilità al confronto con il prossimo, la paura dell'altro, l'insicurezza, la perdita del valore della solidarietà.

Il vero pericolo era il boom quindi dei consensi a Matteo Salvini in proporzioni che nessun sondaggio aveva previsto, quando si pensava ancora che sarebbe stato FI il primo partito del centro destra.

I danni sul tema fondamentale dei valori che sta arrecando al Paese Salvini.

Quale modello per i nostri ragazzi, per il loro percorso di vita?  Il governo di una Paese fa opinione.

Utile quindi Salvini a far capire agli altri, M5S  compreso, che nel Governo ora stanno andando a rimorchio, che la priorità sia fermarlo.

Un'alleanza  solo contro qualcuno? Un'alleanza sui valori fondamentali dell'uomo, sì, così com'era un'alleanza  l'Ulivo che aveva vinto sino a quando D'Alema "disse era tempo che la politica tornasse ai politici".

Un'alleanza da mettere in moto al più presto e di cui il traino deve essere il PD, per pagare il fio del suo errore politico, è stato lui, con il suo NO a Di Maio, ad aprire la strada a Salvini, si danni che ora subiamo, isolati dall'Europa.

Da mettere in moto già a partire dalle importantissime  elezioni amministrative della prossima primavera dove si impongono rivoluzionarie novità. non nelle chiacchere dei congressi, dei programmi, ma da nuove alleanze appunto.

Arrigo Antonellini

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento