mercoledì 3 ottobre 2018

La presentazione de "I Venar de Tond"

Undici gli spettacoli in calendario


Un autunno all’insegna della comicità romagnola più autentica e tradizionale. È tutto pronto per la 22esima edizione de “I vènar de Tônd”, la rassegna di teatro dialettale ospitata nella sala polivalente del centro sociale Il Tondo, in via Lumagni 32, a Lugo.


Undici gli spettacoli, con inizio alle 21, che si svolgeranno tutti i venerdì dal 5 ottobre al 14 dicembre e vedranno protagoniste le più rinomate compagnie di commedia dialettale romagnola.

La rassegna è stata presentata in conferenza stampa martedì 2 ottobre nella sala Baracca della Rocca di Lugo. Per l’occasione sono intervenuti il sindaco di Lugo Davide Ranalli, la responsabile della compagnia “Gad - Città di Lugo” Paola Mazzotti, la presidente del centro sociale “Il Tondo” Noemi Marzia Ricci e la collaboratrice del centro sociale “Il Tondo” Velia Ferrioli.

“I Vènar de tônd sono una delle rassegne dialettali più belle della Romagna e hanno un legame molto stretto con il nostro territorio, grazie soprattutto alle numerose realtà che ci lavorano, come il centro sociale Il Tondo e la compagnia Gad- ha dichiarato Davide Ranalli -. Come Amministrazione comunale siamo orgogliosi di avere una realtà che dà la possibilità a tanti cittadini di godersi diversi spettacoli, vivendo momenti di serenità ma anche di riflessione. Gli spettacoli della rassegna, infatti, tra una risata e l’altra riescono a far riflettere grazie ai loro importanti contenuti”.

Il programma prenderà il via venerdì 5 ottobre con Zibaldò Rumagnol, a cura della “Cumpagneia d’la Zercia” di Forlì. Il 12 ottobre in scena gli Amici del teatro di Cassanigo con La fameja dj imbarlé, tre atti di Bruno Marescalchi e regia di Alfonso Nadiani. Il 19 ottobre si esibirà la compagnia “Cvì de m’ paes” di Forlì con E veduv alegar di Moreno Burattini, regia di Enzo Santolini. Il 26 ottobre L’ingarboj della Compagnia dei giovani di Chiusura di Imola, scritto da Silvio Zambaldi, regia di Luciano Farnè.

Si continua il 2 novembre con il ritorno della Compagnia dla Zercia, che questa volta proporrà No, te t’ans si e’ mi marid, tre atti di Francesco Pirazzoli, regia di Claudio Tura. Il 9 novembre la compagnia del Fontanone di Faenza si esibirà in Un bo’ lavor, di Angelo Gallegati. Il 16 novembre la compagnia “Piccolo teatro città di Ravenna”, proporrà la commedia E parsot de Signor, tre atti di Giovanni Spagnoli, regia di Giordani Pinza. Il 23 novembre sarà la volta della compagnia “La Broza” di Cesena con L’eredité dla prova Asunta, di Loredana Conti, regia di Fausto Ceccarelli. Venerdì 30 novembre la Cumpagneia de bonumor di Granarolo Faentino si esibisce in Un vsdel tot da ridar di Guido Lucchini, regia di Valentina Pezzi. Il 7 dicembre sarà il turno dei “padroni di casa”: il Gad di Lugo si esibirà in Dal vol la vita l’è na bela fregheda, di Paola Mazzotti, regia di Laura Ercolani.

Infine, il 14 dicembre gran finale con A vajo’ pre mond, a cura del gruppo teatrale Qui de’ Tond, commedia di Meri Malerbi e regia di Velia Ferrioli. Al termine di questo spettacolo avrà luogo la tradizionale premiazione legata alla rassegna. Ogni sera infatti il pubblico degli abbonati voterà gli attori delle compagnie partecipanti. Saranno premiati il miglior attore protagonista maschile offerto dalla famiglia Masotti in memoria di Renato Massotti attore del Gad; premio alla miglior attrice protagonista offerto da Paola Moda in memoria di Angela Berti, attrice del Gad; premio al miglior caratterista offerto da Thun Shop. Da Quest'anno ci sarà una giuria tecnica formata da professori esperti di teatro, di dialetto e della storicità delle nostre origini, che valuteranno tra le compagnie in gara la migliore compagnia in assoluto come regia, recitazione, scenografia, musiche.

Il biglietto per una commedia costa 8 euro (7 euro per i soci del Tondo); l’abbonamento a 10 spettacoli costa 60 euro (50 euro per i soci del Tondo). Gli abbonamenti in prevendita sono acquistabili nei giorni feriali dalle 10 alle 12 al centro sociale “Il Tondo”; la prevendita dei biglietti numerati è disponibile tutti i venerdì dalle 17.30 al centro sociale “Il Tondo”. Si accettano anche prenotazioni telefoniche ai numeri 0545 25661 e 0545 900716.

La rassegna è organizzata dal Gad Città di Lugo in collaborazione con il centro sociale “Il Tondo”, con il patrocinio del Comune di Lugo e dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento