venerdì 12 ottobre 2018

La festa del Castello a Bagnara

A spasso nella storia


Domani, sabato 13 ottobre alle 10 avrà luogo l'inaugurazione della nuova sala museale "Archivio della memoria”.


L'Archivio completa idealmente il percorso storico del territorio locale, restituendo la memoria degli ultimi centocinquanta anni di Bagnara, dal periodo post-unitario ai nostri giorni, attraverso documenti, foto, oggetti e arredi, racconti e personaggi che rievocano gli avvenimenti più importanti e significativi vissuti dalla comunità"

Nel pomeriggio spazio ai giochi e attività per i più piccoli: dalle 15 alle 18 realizzazione di scudi e stampe con stemmi araldici di grandi condottieri di Romagna (dai 3 anni); alle 15.30 ci sarà il torneo d'arme: i partecipanti sceglieranno il loro campione e lo aiuteranno a sfidare gli avversari, preparando l'armatura, scegliendo le armi e tifando per lui in una serie di duelli (dai 5 anni); alle 17 caccia al tesoro dove i partecipanti, divisi in squadre, dovranno risolvere enigmi, affrontare sfide e spostarsi negli ambienti della rocca per raggiungere il tesoro nascosto (dai 6 anni). 

Tutte le attività sono gratuite e non è necessario iscriversi; si raccomanda la puntualità, non sarà possibile partecipare ad attività iniziata. A cura della cooperativa “Il Mosaico” e “Li Sparvieri”, informazioni allo 0545 905505.

Domenica 14 ottobre alle 10 dalla Rocca sforzesca partirà una passeggiata archeologica a cura di Maurizio Molinari: dal borgo medievale ai Prati di Sant'Andrea L'incastellamento in Romagna. Obiettivo della giornata di studi è quello di fare conoscere il patrimonio storico-archeologico e paesaggistico del territorio ravennate. L'evento rientra nella rassegna storico-culturale "La storia siamo noi", promossa dall'associazione Storia e memoria della Bassa Romagna.

Alle 17 nella sala consiliare della Rocca ci sarà la conferenza “Archeologia dei paesaggi ravennati tra ricerca, valorizzazione e tutela: castelli e territorio”; interverranno Chiara Guarnieri e Massimo Sericola, della Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio per le provincie di Ravenna, Forlì/Cesena e Rimini; Enrico Cirelli e Marco Cavalazzi, del Dipartimento Storia Culture Civiltà dell’Università di Bologna; Maurizio Molinari, ispettore onorario per l'archeologia.

Al termine, interventi musicali di Antonio Cortesi (violoncello) e Nicola Nieddu (violino). La partecipazione è libera e gratuita.

Il Museo del castello sarà aperto nelle due giornate dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18.

Hanno collaborato alla realizzazione delle due giornate il gruppo archeologico culturale “Silva Bagnaria”, il Museo del castello, il Comune di Bagnara di Romagna, e l’associazione “Storia e memoria della Bassa Romagna”.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento