mercoledì 12 dicembre 2018

Contributo della regione per il Piano Urbanistico

Centomila euro
Con una delibera della giunta del 3 dicembre scorso, la Regione Emilia-Romagna ha deciso di finanziare con 100mila euro il lavoro di redazione del prossimo Piano urbanistico generale dell’Unione dei Comuni della bassa Romagna.

La Bassa Romagna, dopo aver già ricevuto i finanziamenti per la pianificazione con gli strumenti urbanistici della previgente Legge regionale 20/2000, è stata selezionata tra le cento domande presentate e riceverà il massimo del finanziamento previsto dal bando pubblicato il 28 maggio scorso.

“Con questo finanziamento si riconosce ancora una volta alla Bassa Romagna la capacità di saper pianificare un territorio vasto che ci contraddistingue da decenni - ha dichiarato Davide Ranalli, sindaco referente per Pianificazione territoriale dell’Ucbr -. Il nostro Ufficio di piano è una realtà consolidata e un esempio per tutta la Regione e anche oltre. Con il nuovo Pug continueremo a mettere in pratica con determinazione le nostre politiche di sostenibilità, contenimento del consumo di suolo, sviluppo economico e sociale, in linea con la nuova Legge regionale 24/2017 e con la partecipazione e la condivisione di tutte le forze del territorio”.

La Bassa Romagna ha completato gli strumenti della pianificazione previsti dalla legge 20/2000 (solo un terzo dei comuni in regione ad oggi ha centrato questo obiettivo) e li ha continuativamente aggiornati, anche con l’ultima importante variante in corso di approvazione.

Il nuovo Piano urbanistico generale, che sostituirà gli attuali Psc, Poc e Rue, sarà redatto direttamente dagli uffici dell’Unione a partire dal 2019 e si dovrà concludere per legge entro il 2022.



Centomila, quelli per il Comune Unico, quanti?
Ma sindaci, assessori e consiglieri dopo.....

ana

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento