giovedì 20 dicembre 2018

Incontro di fine anno all'Ospedale di Lugo

 Riceviamo e pubblichiamo


L’Ausl della Romagna ha organizzato presso l’ospedale di Lugo un momento di incontro per lo scambio degli auguri natalizi e per fare il punto sulla ristrutturazione dell’assetto organizzativo dell’azienda sanitaria.
All’incontro sono intervenuti il sindaco di Lugo Davide Ranalli, il direttore generale dell’Ausl della Romagna Marcello Tonini, il direttore del Distretto di Lugo e Faenza Marisa Bianchin, il direttore sanitario dell’ospedale di Lugo Marisa Bagnoli.

“Abbiamo gettato basi solide per effetto di un lavoro fatto tutti insieme - ha sottolineato Marcello Tonini -. Questo grande lavoro è fatto di tante cose più visibili e altre meno, ma tutte dirette a un’unica realtà per la Romagna. Uno sforzo per un progetto ancora in corso, ma che già gode di un ampio margine di apprezzamento, per il valore aggiunto straordinario che ci verrà riconosciuto ampiamente. L’obiettivo è quello di avere ospedali più forti di prima e più solidi. L’ospedale di Lugo è protagonista di questa evoluzione, come dimostrano gli importanti progetti in corso di sviluppo”.

“Oggi sono venuto prima di tutto a ringraziarvi per il lavoro che avete messo in campo in questi anni per dare dignità alla nostra struttura ospedaliera - ha dichiarato il sindaco Davide Ranalli -. Stiamo resistendo nonostante le difficoltà che attraversano la sanità in generale, ma in questi anni non ci siamo arresi. Come sindaco ho lavorato per fare sì che il nostro ospedale potesse avere un nuovo reparto di rianimazione; ci siamo riusciti, infatti la nuova rianimazione è in fase di progettazione. Dobbiamo essere orgogliosi di questo risultato, che è l’orgoglio di una squadra capace di lavorare tutta verso una direzione di qualità per un servizio imprescindibile per i cittadini. Chiudo augurando a tutto il personale dell’ospedale di Lugo, gli infermieri, il personale amministrativo e quello medico, di passare le proprie festività stando accanto alle persone a loro più care”.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento