sabato 1 dicembre 2018

Un progetto di valorizzaione e scoperta del Canale dei Mulini

Promosso da Legambiente al Globo


Oggi pomeriggio, sabato 1 dicembre, l'associazione presenta il progetto di valorizzazione del medievale canale dei mulini di Castelbolognese, Lugo e Fusignano realizzato con il supporto di Coop Alleanza 3.0




Il circolo Legambiente “A. Cederna” sarà presente presso il centro commerciale “Globo” di Lugo con un punto informativo per presentare il progetto di tutela e valorizzazione del Canale dei Mulini di Castelbolognese, Lugo e Fusignano promosso con il supporto di Coop Alleanza 3.0.

Il Canale dei Mulini, realizzato in epoca medievale per fornire adeguata potenza idraulica alle macine dei mulini cittadini, parte da una chiusa sul Senio poco sopra Castelbolognese e scorre lungo la pianura per circa 40 km, attraversando numerosi centri abitati, fino ad immettersi nel canale di bonifica destra Reno.

Nel corso dei secoli, la storia del canale (e più in generale delle opere di regimazione delle acque) è stata strettamente legata allo sviluppo sociale ed economico della pianura romagnola, finché nel corso del XX secolo, ed in particolare dal secondo dopoguerra, in seguito al venir meno dell'utilità economica dei mulini ad acqua, tutti gli impianti hanno cessato l'attività originaria, nonostante molti degli edifici esistano ancora oggi, tutti più o meno estesamente modificati in epoca recente, spesso con l'adozione di impianti a turbina. In alcuni casi, come il Molino Scodellino (noto anche come “Molino della Contessa”) a Castelbolognese, il buono stato di conservazione delle struttura si presta ad un'operazione di recupero di valore storico-culturale.

Il canale rappresenta perciò un elemento caratteristico della pianura romagnola, da riscoprire e valorizzare attraverso la realizzazione di visite guidate, escursioni, iniziative pubbliche nei territori attraversati dal corso d'acqua, dalla chiusa sul Senio a Tebano, al Ponte delle Lavandaie, dal “Parco del Loto” al “Bosco” di Fusignano. Tutte iniziative che Legambiente metterà in campo dalla prossima primavera grazie al supporto di Coop Alleanza 3.0 nell'ambito della campagna Io Sì per la realizzazione di 60 progetti ambientali.

È possibile sostenere il progetto collezionando gli AcquAmici o effettuando una donazione nei punti vendita Coop. È inoltre possibile utilizzare le modalità indicate su all.coop/iosi e usare anche i punti Coop.

L'ufficio stampa 348-3697503

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento