venerdì 18 gennaio 2019

"2017.1937 perduto nel tempo"

La presentazione del romanzo ambientato a Lugo


Domani, sabato 19 gennaio alle 11 nella sala Codazzi della biblioteca comunale “Fabrizio Trisi” di Lugo ci sarà la presentazione del libro 2017-1937 perduto nel tempo (2018, Abrabooks) di Gino Bombonato.




Si tratta di un romanzo ambientato a Lugo uscito dalla penna di uno scrittore di Bolzano.

Il romanzo parla di un bolzanino che, mentre è in viaggio per lavoro a Lugo di Romagna, viene inspiegabilmente catapultato nel 1937, in pieno periodo fascista. L’evento viene vissuto in modo drammatico, ma il passaggio temporale porterà tutta una serie di sorprese e imprevisti che daranno al protagonista una diversa visione del mondo. È il racconto della duplice personalità del protagonista che vive un’esistenza tra i ricordi di un suo presente mediocre e quasi apatico e una realtà nella quale ritrova stimoli, affetti e suggestioni che lo porteranno ad affrontare nuove sfide e le imprevedibilità di un’epoca diversa. Un racconto che vuole confrontare modi di vivere e di rapportarsi tra presente e passato, e sottolinea la tensione del protagonista di fronte alle contraddizioni della terra dove è nato e vissuto, l’Alto Adige.

Un intreccio tra mistero e sentimenti, presente e passato, scienza e fantascienza: realtà storica e finzione si mescolano offrendo numerosi colpi scena; anche quando oramai sembra tutto chiaro e assodato, l’autore scompiglia le carte e smonta tutte le ipotesi che il lettore si era costruito. Per i lettori lughesi è anche una occasione per immaginare la Lugo del 1937 e ritrovare nomi di persone realmente esistite, apparentemente di solo rilievo scenografico.

Gino Bombonato è nato a Bolzano nel 1960 e vi risiede e lavora. Si occupa di ricerche archeologiche dal 1980. Nel tempo libero si dedica alla musica e alla scrittura. È autore di opere teatrali e di un musical portato in scena nei teatri di Bolzano. Sue grandi passioni sono la storia e la fantascienza, stimolo evidente nella scrittura di questo romanzo. Autore di diversi lavori di archeologia e storia sull’Alto Adige, Bombonato è particolarmente esperto di architettura paleocristiana. Molte delle sue scoperte si riferiscono proprio a edifici di culto degli inizi della evangelizzazione nell’arco alpino. È attualmente presidente della cooperativa Talia di Bolzano che, oltre a gestire un immenso bunker della Seconda guerra mondiale scavato in roccia e usato come location di varie manifestazioni culturali, è anche organizzatore e curatore di mostre d’arte antica.

Insieme all’autore interverranno alla presentazione del romanzo l’assessora alla Cultura del Comune di Lugo Anna Giulia Gallegati, l’assessore alla Scuola Fabrizio Lolli e la coordinatrice della biblioteca “Trisi” Luciana Cumino.

L’iniziativa è organizzata dal Comune di Lugo ed è a ingresso libero.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento