martedì 15 gennaio 2019

Incontro interregionale della FAP Acli dell’Emilia Romagna, Lombardia e Veneto

Riceviamo da Walter Raspa e pubblichiamo


Si è tenuto il primo incontro interregionale della FAP dell’Emilia Romagna, Lombardia e Veneto a Bertinoro di Forlì, ospiti delle Cantine Pambianco, dando voce e concretezza all’esigenza di condividere esperienze e idee per un impegno comunitario.


I lavori sono stati introdotti da Walter Raspa, Segretario della Federazione Anziani e Pensionati dell’Emilia Romagna, e hanno visto interventi di Luca Conti, Presidente ACLI dell’Emilia Romagna, che ha evidenziato l’importanza di questi incontri, per far crescere la consapevolezza sul contributo che la FAP può dare a tutto il Sistema Acli e alterritorio; di Giambattista Armelloni, Segretario regionale della Lombardia e vice Segretario nazionale della FAP, che ha posto l’accento sulla dimensione formativa in grado di leggere le grandi trasformazioni della nostra epoca: dall’organizzazione all’invecchiamento attivo, dall’evoluzione tecnologica alle dinamiche intergenerazionali. Francesco Roncone, Segretario regionale della FAP del Veneto, ha ricordato come questi incontri siano un esercizio per acquisire cittadinanza associativa, vincolo di appartenenza ad una grande Movimento come le ACLI, opportunità per acquisire competenze e capacità di interpretare il vivere sociale e associativo.

“Il funzionamento della Federazione Anziani e Pensionati, deve necessariamente passare attraverso approfondimenti sull’identità associativa – ha ribadito Raspa – e questi incontri tra regioni, vogliono essere strumenti utili per la gestione delle relazioni, per una efficace comunicazione e confronto”.

Durante questo incontro è emersa anche l’importanza di costituire tavoli di incontro e confronto tra tutte le regioni per avviare una grande riflessione su come facilitare la partecipazione di volontari all’interno della FAP Acli e come costruire, anche nella Federazione Anziani e Pensionati, una politica dal basso, che stimoli il livello nazionale sui contenuti e su una politica sindacale che parli di anzianità.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento