lunedì 7 gennaio 2019

Lugo non è Roma

Da noi si scelgono le persone

Il Corriere di Ravenna fa il punto sulle prossime elezioni comunali.

Lo fa, a mio parere, compiendo un errore.

Scrive che i risultati saranno influenzati dalla situazione politica nazionale e facendo "conti" in merito alle alleanze tra i dirigenti del partiti locali.

Nel caso di Ranalli con i cespugli della sinistra; nel caso di Solaroli in particolare con i dirigenti locali di Forza Italia.

A quest'ultimo proposito, dato per un attimo valida la tesi che sui risultati pesino le alleanze partitiche, quanto piace, da un lato ai cattolici, dall'altro ai "centristi", l'alleanza di Solaroli con Salvini?

Quanto piace ai salviniani un candidato cattolico, aperto per vocazione di Fede, all'accoglienza a Lugo di tutti i fratelli in Cristo?

Ma quello che personalmente considero un errore è proprio questo. 

Lugo non è Roma, forse sarebbe il caso che i commentatori politici locali si rendessero conto che non parlano su Rai1, magari comprensibile che a loro piacerebbe, ma non è così.

I lughesi, come tutti i romandioli, metteranno la loro croce scegliendo tra 6-7 (??) persone, su quello tra quelli, che "piacerà" di più, che darà loro più fiducia.

Ovvio che sarebbe stato enormemente avvantaggiato se ci fosse stato qualcuno scelto direttamente da loro con le Primarie, ma sembra che anche questa volta non sarà così, hanno voluto continuare ancora scegliere "loro", peccato....

Arrigo Antonellini

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento