mercoledì 16 gennaio 2019

Una risoluzione in Regione sul raddoppio Ires per le Onlus

Scusate ci siamo sbagliati!?


Bagnari, PD: “Atto assurdo e ingiusto, il Governo torni indietro”


“Con questa misura si vanno a colpire i soggetti che operano in settori profondamente delicati come l’assistenza sociale, la sanità, il mondo del volontariato in genere. Oltre che ingiusto si tratta di una vera assurdità tanto più in un momento in cui si parla anche di revisione della riforma del terzo settore, generando oneri insostenibili e ulteriore confusione in un ambito che, invece, attende chiarezza e provvedimenti definitivi”. 


A dirlo è il consigliere regionale Mirco Bagnari, che ha sottoscritto una risoluzione per condannare senza mezzi termini la misura contenuta dalla finanziaria che raddoppia l’Ires (Imposta per il Reddito delle Società) per le onlus.

«È un provvedimento, che si sarebbe potuto evitare con un minimo di confronto e di ascolto con i soggetti interessati – prosegue Bagnari –. Il Governo ha riconosciuto l’errore e ha promesso che questo iniquo provvedimento, verrà modificato. Tornerà davvero indietro o si rimangerà, come in tutti gli altri casi ai quali assistiamo ogni giorno, anche questa promessa? Ci auguriamo che almeno in questo caso faccia un passo indietro consapevole. 

Alla Giunta della nostra Regione chiediamo di farsi portavoce di questa battaglia e di richiedere con forza al Governo nazionale l’immediato ripristino dell’IRES agevolata per gli enti e le associazioni impegnati nell’attività di volontariato ed assistenza non profit”.


Ufficio Stampa Gruppo Partito Democratico – Assemblea Legislativa Emilia-Romagna
Tel. 051. 527.5623/ www.gruppopdemiliaromagna.it
facebook.com/gruppopdemiliaromagna
twitter.com/gruppopder


Nel gioco della politica e per di più alla vigilia delle elezioni politiche europee e comunali, sono tante le critiche verso il "nuovo" Governo.

Quella contro questo atto è però forse la meno ricorrente sui media nazionali.

Ulteriore riprova che le Onlus non sono uno del poteri forti?

O perchè si sono scusati dicendo rimedieremo?

A parte i danni burocratici che una misura attualmente in vigore creerà a chi di burocrazia sta già morendo, come sarebbe a dire ci siamo sbagliati??

Come fa un governo a prendere un abbaglio, fare un semplice errore, su un tema come questo che interessa milioni di cittadini, e la parte migliore di loro?

Non hanno idea di questo mondo? 

Ci pensano loro a fare il San Francesco, ad accogliere l'invito di Papa Francesco (il primo ispiratore del Salvini con il rosario in mano !?), a risolvere il problemi degli ultimi, della povertà?

Già, con il reddito di cittadinanza arriverà Babbo Natale, Gesù Bambino, le onlus non servono più !

Arrigo Antonellini 

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento